Gli stadi di Euro 2020 saranno aperti ai tifosi: lo ha annunciato ufficialmente l'UEFA attraverso un lungo comunicato attraverso il quale ha fatto il punto della situazione sulla manifestazione in programma in estate e che un anno fa era stata cancellata a causa della pandemia di Covid-19. Finora, come si legge nella nota, sono 8 su 12 le città ospitanti che hanno confermato la presenza dei tifosi nei loro impianti: si tratta di San Pietroburgo, Budapest, Baku, Amsterdam, Bucarest, Copenaghen e Glasgow.
Ognuna di queste città ha fornito alla UEFA un'indicazione di massima in merito al numero di spettatori che potranno accedere agli stadi: si va da una capienza minima del 25-33% (Amsterdam, Bucarest, Copenaghen, Londra e Glasgow) al 50% previsto da San Pietroburgo e Baku fino al 100% indicato da Budapest.
Euro 2020
Europei: il governo dà il via libera per i tifosi allo stadio Olimpico
06/04/2021 A 15:47

Ultimatum per Roma, Monaco di Baviera e Dublino

Ancora 4 le città che non si sono espresse ufficialmente in merito alla possibilità di accogliere i tifosi nei loro stadi: si tratta di Roma, Monaco di Baviera, Bilbao e Dublino. Per loro è stato fissato ultimatum: entro il 19 aprile dovranno fornire indicazioni all'UEFA che, di conseguenza, prenderà una decisione definitiva in merito alle partite che si dovranno disputare in quelle sedi. Per l'Italia, quindi, è iniziata una vera e propria corsa contro il tempo.

Macedonia a Euro 2020: la festa dei tifosi a Skopje

Euro 2020
Italia: amichevoli con San Marino e Repubblica Ceca prima di Euro 2020
29/03/2021 A 21:52
Euro 2020
La Treccani inserisce il Tiraggiro tra i neologismi
25/07/2021 A 21:40