Leonardo Spinazzola è stato uno degli eroi di Euro2020... Finché è durata: la rottura del tendine d'Achille è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Fino a quel momento era stato uno dei giocatori più in evidenza del torneo, ma poi è sopraggiunto l'infortunio che gli ha impedito d portare a termine l'opera che ha visto i suoi compagni di squadra trionfare. Lui comunque è di buonumore, come rivela a Sky.
Sono molto felice perché vedo già dei risultati nel mio tendine, quindi sono contento. Cosa ho pensato all'infortunio? Solo che quel momento così bello doveva interrompersi così, poi dopo mezz'ora pensavo già al rientro. Il libro? Si è vero c'è questo progetto, sarà un libro solo sull'Europeo, uscirà a settembre-ottobre.
Le emozioni, perciò, sono ancora vive. Qual è la partita che gli viene subito in mente? "La gara contro l'Austria, è stata la gara più combattuta e abbiamo lottato, sudato contro una squadra intensa e aggressiva. Lì abbiamo capito che eravamo un grande gruppo, ci siamo uniti e non abbiamo mai mollato. Era capitato pochissime volte di soffrire fino a lì, quella è stata la prima".
Euro 2020
Premio UEFA Kajer e staff Danimarca. Eriksen: "Vi devo la vita"
24/08/2021 A 15:21

Leonardo Spinazzola

Credit Foto Getty Images

Belle parole anche per Roberto Mancini: "Il mister è stato formidabile sin da subito, ci ha trasmesso una grandissima serenità, grande tranquillità. Gianluca era il saggio della squadra: poche parole ma contenenti sempre un pensiero bello".
Infine, un elogio alla delegazione italiana che ha brillato a Tokyo: "È stata una Olimpiade bellissima, sono stati venti giorni incredibili, sapevo cosa stessero provando e hanno fatto la storia, come noi".

Mancini: "Grazie ai ragazzi, dispiaciuti per Spinazzola"

Euro 2020
Inghilterra, 11 arresti per gli insulti razzisti dopo il ko con l’Italia
05/08/2021 A 13:40
Euro 2020
La Treccani inserisce il Tiraggiro tra i neologismi
25/07/2021 A 21:40