Dopo il caso Eriksen, con il giocatore danese che ha avuto un malore durante il match Danimarca-Finlandia, ha parlato anche José Mourinho che ha allenato il trequartista ai tempi del Tottenham. Il tecnico portoghese ha sentito il compagno di Nazionale Hojbjerg ed è felice per aver ricevuto notizie positive sullo stato di salute di Eriksen. Mourinho è anche contento perché il mondo del calcio, anche se per i motivi sbagliati, per una volta si sia unito per un singolo obiettivo.

Classifiche e risultati

Euro 2020: classifiche e calendario | La classifica marcatori | L'Albo d'oro degli Europei |
Euro 2020
Eriksen, il medico: "Era morto, defibrillatore lo ha salvato"
13/06/2021 A 14:11

Ho pregato per Eriksen

Oggi non riesco a smettere di pensare a quello che è successo a Eriksen. Penso che sia un giorno per festeggiare, non per essere tristi. Ho pregato, ho pianto, ma quanti milioni di persone lo hanno fatto nel mondo? Credo in tanti perché il calcio può unire le persone. [Mourinho a talkSPORT]

Il calcio ha unito le persone

Sabato, per i motivi sbagliati, il calcio ha unito le persone, ma alla fine possiamo festeggiare perché Christian è vivo. Non ho parlato con lui ovviamente, ma con Pierre-Emile Hojbjerg e mi ha dato notizie positive. L’organizzazione, i protocolli, il livello dei medici e degli specialisti, e credo anche che Dio stesse guardando il calcio in quel momento. Tutto questo insieme ha permesso a Christian di rimanere con noi e con la sua famiglia. Questo episodio ha mostrato i buoni valori del calcio. L’amore, la solidarietà, lo spirito di famiglia. Non si trattava solo della sua famiglia, ma della famiglia del calcio. Il calcio unisce le persone

Eriksen, il medico danese: "Era praticamente morto"

Euro 2020
La muraglia danese intorno a Eriksen: un grande gesto di squadra
12/06/2021 A 18:17
Euro 2020
La giornata di Eriksen: dalla perdita di conoscenza al risveglio, ora è stabile
12/06/2021 A 17:01