Il 2021 di Zlatan Ibrahimovic sarà fatto di obiettivi, tappe e rientri. Il primo traguardo è vicino nel tempo: il 18 gennaio, giorno di Cagliari-Milan, dovrebbe essere la data in cui rivedremo in campo lo svedese, fermo per infortunio dallo scorso 22 novembre quando fu costretto a lasciare il campo nei minuti finali di Napoli-Milan a causa di un problema muscolare. Il secondo traguardo, ancora del tutto ipotetico, è invece un po' più lontano e non riguarda i rossoneri, ma la Nazionale. Secondo la Gazzetta dello Sport, infatti, Ibra e il commissario tecnico della Svezia Janne Andersson avrebbero avuto una telefonata chiarificatrice prima di Capodanno. "Ci siamo incontrati e chiariti, mi ha detto di non avermi mai dato del razzista - le parole di Andersson riportate dal quotidiano milanese -. Se Zlatan apre la porta dobbiamo parlare. Quello che ci siamo detti rimane tra di noi. Comunque vada sarò criticato".

Ibra agli Europei 2021?

Serie A
Pioli: "Ibra intelligente e simpatico, nessuno come lui"
31/12/2020 A 10:52
Il pensiero contenuto nelle parole di Andersson è palesemente rivolto ai prossimi Europei, in programma dall'11 giugno all'11 luglio 2021. Ibrahimovic, che ha dato ufficialmente l'addio alla Nazionale nel 2016, potrebbe tornare sui suoi passi e mettersi a disposizione del ct per partecipare all'ultimo, grande torneo della sua carriera. Non c'è nulla di scontato, ma con un Ibra così motivato e che ha dimostrato di avere ancora le energie fisiche e mentali per cambiare volto a una squadra, è evidente che Andersson un ragionamento al momento di diramare la lista dei convocati lo farà eccome.

Milan primo, come fa a vincere senza Ibra & Co.?

Serie A
Ibra a Sanremo? Il Milan: "Rispetterà tutti gli impegni"
29/12/2020 A 19:12
Serie A
Ibra ospite fisso a Sanremo, ma Milan-Udinese?
29/12/2020 A 13:39