Manchester United-Roma, semifinale d'andata dell'Europa League 2020/21 in scena a Old Trafford, si è concluso col punteggio di 6-2. Roma avanti nel primo tempo per 2-1, ma poi crollo con le doppiette di Bruno Fernandes, Cavani, Pogba e Greenwood. Al ritorno serve un 4-0 per passare. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match, informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.

Classifiche e risultati

Europa League, classifiche e risultati gironi
Serie A
Mourinho: "Mancini può giocare a centrocampo"
UN GIORNO FA

Le pagelle del Manchester United

David DE GEA 6 – Incolpevole sui gol.
Aaron WAN-BISSAKA 6 – Spinazzola per 37 minuti gli dà un fastidio incredibile. Poi il terzino della Roma si fa male... E con Bruno Peres cambia la musica.
Victor LINDELOF 6,5 – Match ordinato. Muove bene la linea con Maguire e sui gol non ha colpe.
Harry MAGUIRE 6,5 – Tiene botta su Dzeko mettendo su anche un bel duello nel corpo a corpo. Un paio di chiusure importanti.
Luke SHAW 6 – Che fatica nel primo tempo con lo scatenato Karsdorp e Pellegrini che si allarga. Per sua fortuna la Roma non gioca la ripresa e si riscatta.
Scott MCTOMINAY 5,5 – Tante, troppe imprecisioni nel primo tempo. Palloni perse, scivolate. Non è stata, almeno per un’ora, una gran serata. Poi la Roma si è sciolta e tutto passa in secondo piano. Ma la prestazione non è stata di qualità.
FRED 6 – Non una gran prestazione nel primo tempo. Esce alla distanza, anche complice una Roma un po’ troppo scollata e generosa. Dall’83’ Nemanja MATIC – sv.
Marcus RASHFORD 5 – Meno ispirato nel solito, nel primo tempo finché Spinazzola resta in campo non passa una volta. E in più di un’occasione fa offensivamente la scelta sbagliata. Dal 76’ Mason GREENWOOD 6,5 – Entra e trova il tempo anche di piazzare il gol che stende definitivamente una Roma alle corde.
Bruno FERNANDES 8 – Due gol e due assist. E’ in 5 delle segnature dello United e questa non è certo una sorpresa per colui che alla fine è il miglior marcatore stagionale dei Red Devils. Certo, se gli si lascia anche tempo per pensare ed agire, diventa difficile. Dall’89’ Juan MATA – sv.
Paul POGBA 7 – Nel primo tempo, al di là del buon lavoro sull’uscita che porta al primo gol, passa più tempo a scivolare da solo e perdere palla che altro. Poi però cambia musica. E fa vedere, in parte, cosa può essere Paul Pogba.
Edinson CAVANI 8 – L’assist per l’1-0 è una delizia di tecnica e visione. Pianta dentro la doppietta con un gol di piatto in corsa che è una bomba all’incrocio, assai meno facile di quanto sembri. Poi conquista il rigore. Certo, se ne mangia uno sul regalo di Ibanez a fine primo tempo. Ma la sua è una partita da Signore del calcio.
All. Ole Gunnar SOLSKJAER 6,5 – Il suo United non impressiona, ma in qualche modo questo tecnico è secondo dietro il City e in finale di Europa League (a meno di un suicidio francamente poco pronosticabile). I Red Devils hanno concesso e non sono sembrati solidissimi, ma il risultato finale dice 6-2. E con un tabellino del genere inutile anche andare a fare le pulci.

Le pagelle della Roma

Pau LOPEZ 6 – Incolpevole sul gol, si fa male dopo un buon allungo. Dal 28’ Antonio MIRANTE 4,5 – Decisivo in quell’uscita su Cavani a fine primo tempo, a inizio ripresa combina qualche pasticcio non trattenendo lì il pallone per il gol di Cavani e parando in più occasioni in maniera approssimativa e poco sicura.
Chris SMALLING 4 – Il suo ritorno a Manchester alla fine è un vero incubo. Prova a giocare aggressivo ma sul primo gol esce male su Pogba; sul 2-2 è mal posizionato; sul quarto causa il rigore e poi tiene in gioco Wan Bissaka. Male. Malissimo.
Bryan CRISTANTE 5,5 – Il meno peggio della linea difensiva della Roma, con 6 gol sul groppone non può però uscire comunque con una sufficienza.
Roger IBANEZ 4,5 – In uscita i piedi sono quello che sono... E fin lì, nessuna novità. Ci sono però anche troppi errori difensivi e dei passaggi che al di là di tutto sono privi di senso. Serata no.
Rick KARSDORP 6 – Un primo tempo da 7, come tanti nella Roma. Una ripresa insufficiente. La risultante vale il ‘6’, ma è un peccato perché in fase di spinta aveva prodotto tantissimo.
Amadou DIAWARA 4,5 – Perde una quantità di palloni infiniti. Troppi, per pensare di uscirne vivo da Old Trafford.
Jordan VERETOUT sv. – Sfortunato. Dal 5’ Gonzalo VILLAR 5 – Un impatto a freddo tutto sommato positivo sulla partita. Nella ripresa però è preso dentro con troppa facilità e dà pochissima protezione al reparto.
Leonardo SPINAZZOLA 7 – Una spina nel fianco dello United, con mezz’ora da assoluto protagonista anche a Old Trafford, a conferma della stagione come costante tra i migliori della Roma. Certo, è davvero un cristallo. E questo pesa nella valutazione, alla lunga, del giocatore. Dal 37’ Bruno PERES 5 – Davanti la Roma con lui non si vede praticamente più. E dietro inizia a soffrire persino il poco brillante Rashford.
Lorenzo PELLEGRINI 6,5 – Un rigore pesante calciato con freddezza, l’assist a Dzeko per il gol dell’1 a 2. Cala, come tutta la squadra, nel secondo tempo. Ma la sua partita non è da buttare. Le pecche, questa Roma, le ha altrove.
Henrikh MKHITARYAN 6 – Anche il suo non è un match negativo. Parte in sordina ma poi ha due-tre sfuriate delle sue, impreziosite dall’assist con tunnel a McTominay che apre all’illusorio gol di Dzeko.
Edin DZEKO 6,5 – Anche stasera la sua è una prestazione preziosa, di cuore, di sostanza. Pizza il gol con un pizzico di fortuna, ma tra sponde, appoggi e aperture il suo primo tempo era stato da Manuale del Centravanti. Certo poi la Roma crolla anche fisicamente. Ma di colpe a Dzeko ne si possono dare poche.
All. Paulo FONSECA 5 – Quando dopo 37 minuti ti sei bruciato 3 slot per 3 infortuni in 3 differenti momenti ti viene da pensare che gli Dei del Football non siano proprio dalla tua. Oltre alla sfortuna però, anche stasera, purtroppo, c’è stata la costante negativa di questa stagione della Roma: il crollo. Psicologico, ancor prima che fisico. Perché a Old Trafford ci sta anche perdere. Perché si può fare fatica... Ma 5 gol in un tempo in una semi europea si devono evitare.

Fonseca: "Importante sentire il sostegno dei tifosi"

Serie A
Roma-Zorya 4-0, pagelle: brilla Zaniolo, Abraham spreca e poi esalta
25/11/2021 A 22:24
Serie A
Roma-Torino: probabili formazioni e statistiche
25/11/2021 A 22:09