I Leoni Indomabili si presentano alla Confederations Cup per la terza volta nella loro storia grazie all’incredibile e inatteso trionfo di febbraio in Coppa d’Africa. Nel 2003 persero la Finale contro la Francia (1-0 al termine dei tempi supplementari), ancora scossi dalla morte di Marc-Vivien Foé accaduta durante la semifinale contro la Colombia. Nel 2001, invece, vennero eliminati nella fase a gironi.

Questa volta il Camerun si presenta all’appuntamento per stupire e per provare a ripetere la memorabile cavalcata di qualche mese fa quando è riuscito a tornare sul Tetto del Continente Nero nonostante l’assenza di tantissimi big che rifiutarono la convocazione.

Champions League
Colpo Porto a Montecarlo: doppio Aboubakar e 3-0, il remake della finale ha lo stesso score
26/09/2017 A 20:40

I ragazzi di Hugo Broos giocano un calcio particolarmente fisico e arcigno ma non sfigurano in fase di palleggio e puntano sulle ripartenze per provare a pungere. Non ci sarà però N’Koulou, marcatore del gol del pareggio nella finalissima contro l’Egitto prima che Aboubakar (lui sarà dei 23) segnò la rete dello storico trionfo.

Il Camerun non è infarcito di grandi stelle e di individualità di spicco ma può vantare su un gruppo particolarmente unico che sa sempre supportarsi nei momenti più importanti e che ci crede fino in fondo. Nel girone affronteranno Germania, Cile e Australia: un gruppo di assoluta qualità tecnica ma in cui i Leoni Indomabili possono recitare un ruolo da protagonisti.

Elenco convocati

Portieri: Ondoa, Goda, Onana, Bokwe

Difensori: Oyongo, Ngadeu-Ngajui, Djetei, Teikeu, Fai, Ngwem, Guihoata, Owona, Castelletto

Centrocampisti: Moukandjo, Mandjeck, Salli, Siani, Djoum, Boya, Anguissa, Boumal

Attaccanti: Aboubakar, Zona, Ekambi, Bassogog, Tambe, Ngamaleu, Nsamé, O. Boumal

La stella della squadra

Vincent Aboubakar - È l’uomo della Coppa d’Africa: ha segnato il gol del 2-1 nella Finale contro l’Egitto e ha firmato il quinto rigore contro il Senegal nei quarti di finale. L’attaccante del Porto è dotato di grande tecnica e caparbietà, doti imprescindibili per provare a fare la differenza.

Altri nomi di rilievo sono quelli del portiere Fabrice Ondoa, dei difensori Adolphe Teikeu e Michael Ngadeu-Ngadjui, dell’attaccante Benjamin Moukandjo e dell’altro uomo offensivo Christian Bassogog.

La possibile rivelazione

Christian Bassogog. Lo abbiamo già ammirato durante la Coppa d’Africa dove ha esibito un buon livello di gioco: il 21enne dell’Henan Jianye ha un’occasione d’oro per mettersi in mostra.

Il più giovane

Il portiere Fabrice Ondoa, nato il 24 dicembre 1995 e tesserato per il Siviglia. Giocherà titolare come in Coppa d’Africa dove si è sempre fatto valere, ipnotizzando Mané nella serie di rigori contro il Senegal.

Il più anziano

Il centrocampista Sebastien Siani, nato il 21 dicembre 1986. Un vero uomo squadra, un giocatore fisico e arcigno che vesta la maglia dell’Oostende.

Coppa d'Africa
Camerun snobbato, Camerun campione d'Africa! Battuto 2-1 l'Egitto di Cúper
05/02/2017 A 20:56
Calcio
Il Flop 11 della quinta giornata di Champions League
26/11/2015 A 09:56