"La Superlega esiste e anche i partner che la compongono. Quello che abbiamo fatto è stato concederci qualche settimana di pausa per riflettere sul modo in cui alcune persone, che non vogliono perdere i loro privilegi, hanno manipolato il progetto". Il presidente del Real Madrid Florentino Perez torna all'attacco e, in un'intervista concessa al quotidiano spagnolo As, ribadisce di essersi mosso nella direzione giusta insieme agli altri club fondatori: "Non mi pento di quello che abbiamo fatto e di come lo abbiamo fatto. Tanto la reazione di quei pochi privilegiati sarebbe stata la stessa. Già a gennaio Ceferin (il presiente dell'Uefa, ndr) ci avvertì severamente. Volevamo discutere i dettagli, ma non ci ha nemmeno dato il tempo. È stata una grande opera di manipolazione, non ho mai visto niente di simile".
"Siamo stati costretti a rivolgerci a un tribunale - prosegue Perez - che ha emesso un provvedimento precauzionale che dice tutto. Ordina alla Uefa e alla Fifa, nonché alle leghe e alle Federazioni nazionali, di astenersi dall'adottare qualsiasi tipo di azione che impedisca la nascita della Superlega. A mio parere, questa sentenza pone fine al monopolio dell'Uefa. Ma anche se è stata emessa martedì, mercoledì Ceferin ha continuato a minacciare. Le sue azioni vanno contro la libera concorrenza nell'Unione europea e questo è qualcosa di molto grave".
Calcio
Ceferin: “Niente Champions per chi è ancora in Superlega”
23/04/2021 A 17:31

"La Superlega non va contro i campionati nazionali"

"La Superlega è il progetto migliore possibile ed è stato studiato per aiutare il calcio a uscire dalla crisi. Il calcio è gravemente malato perché l'economia sta affondando e dobbiamo adattarci ai tempi che corrono. Noi puntiamo a far arrivare più soldi per tutto il sistema. E penso che la nuova riforma Uefa non risolva il problema perché non migliorerà la situazione esistente. Inoltre, non possiamo aspettare fino al 2024. La realtà è che più ci sono partite interessanti e competitive, più soldi arrivano al calcio. E questo sarà un beneficio per tutti, non solo per pochi, perché i campionati nazionali varranno molto di più. La solidarietà è un pilastro molto importante del progetto".

"Facciamo presto o molti club falliranno"

"Alla fine della stagione attuale le perdite saranno di circa 2 miliardi e mezzo di euro. Il Bordeaux è appena fallito. O facciamo qualcosa presto o molti club falliranno".

Sul carattere vincolante della Superlega

"Non ho intenzione di spiegare cosa sia un contratto vincolante ora, ma i club che hanno aderito non possono uscire. Alcuni, sotto pressione, hanno detto di averlo fatto, ma questo progetto o un altro molto simile andrà avanti, e spero presto".

Sulle reazioni di Ceferin e Tebas

"Il presidente dell'Uefa ha avuto un comportamento malsano soprattutto perché guida un'istituzione che difende il calcio e i suoi valori. Tutto quello che è successo è stato deplorevole, con insulti e minacce. Siamo rimasti sorpresi da questa violenza".

Bielsa: "Superlega? Il castigo non è mai la soluzione giusta"

Calcio
De Luca: "Superlega come la Fiat Duna, la più brutta al mondo"
23/04/2021 A 16:09
Serie A
Fonseca: "Contrario alla Superlega, i soldi non sono tutto"
21/04/2021 A 12:57