Il talento e la passione per il calcio non ha genere. E Inka Grings lo dimostra, diventando la prima donna in Germania ad allenare una squadra maschile. In particolare la SV Straelen, formazione che milita in IV Divisione.
La nuova CT della squadra della regione della Renania è stata capocannoniere della squadra nazionale femminile tedesca, con 96 presenze e 64 gol in curriculum con la maglia della Germania tra il 1996 e il 2012 e vanta il titolo di migliore bomber della Bundesliga con 314 reti all'attivo.
L’esonero dell'ex allenatore Hermann Tecklenburg e le aspettative deluse hanno portato a scegliere la Grings per guidare la squadra. Ha confessato poi di conoscere la ex calciatrice da almeno 20 anni, essendo sposato con la CT della nazionale femminile tedesca Martina Voss, che ha messo una buona parola per la collega.
Serie A
Stadium tutto esaurito per il calcio femminile: 39mila spettatori per Juventus-Fiorentina
23/03/2019 A 16:13
Sono felice che Inka abbia accettato, ha molte energie e ora potrà rimboccarsi le maniche
Inka è una primatista ma non è la prima. Altre come lei si sono sedute hanno inaugurato le panchine maschili: in Italia la prima fu Carolina Morace a cui nel 1999 le venne affidata la Viterbese, anche se per solo due partite. E più recentemente Patrizia Panìco assistente tecnico nel 2017 dell’Under 16 di Daniele Zoratto. Altre pioniere sono state Helena Costa in Francia, allenatrice del Clermont nel 2014 e Duygu Erdogan, che prese il posto, invece, dell’allenatore Fatih Terim, del Galatasaray, dopo che l'Imperatore venne squalificato.

Le stelle dell'Italia femminile che è tornata al Mondiale dopo 20 anni

Calcio
Le ragazze danno spettacolo: pubblico da oltre 60mila persone per il calcio femminile al Wanda
18/03/2019 A 15:32
Qualificazioni Mondiali femminili
L'Italia vince ancora: doppio Giacinti e 5-0 alla Croazia
12 MINUTI FA