"Moratti vuole sostenere tutte le spese mediche? E’ vero. Perchè mi ritiene uno di famiglia, conosco la moglie, suo figlio e quando giocavo all’Inter c’era suo papà Angelo che mi regalò anche una villa a Stintino dopo avermi fatto firmare il contratto". Mauro Bellugi, ospite di 'Tiki Taka – La Repubblica del pallone' su Italia 1, parla dell’aiuto che l’ex presidente nerazzurro si è offerto di dargli dopo che gli sono state amputate le gambe. "Il Covid con me è stato esagerato perché si è unito a una malattia del sangue che avevo già – racconta – All’improvviso mi sono ritrovato le gambe nere e l’unica soluzione era amputarle. Anche perché di morire non ci penso nemmeno: ho una moglie, una figlia e un sacco di amici. E ringrazio tutti gli amici che mi hanno chiamato, che mi hanno scritto un messaggio".

Bellugi ricorda Mario Corso: "Era il mio migliore amico, anche Pelé lo rispettava tanto"

Bellugi ha detto che vorrebbe le protesi come quelle di Pistorius: "Era una battuta ma invidio quelle persone che hanno più carattere di me e non mollano mai. Li ammiro tantissimo, infatti il mio idolo è diventato Zanardi. I paragoni con lui? Sulla sfortuna posso essere d’accordo, ma sul fatto di essere un eroe, lui è un’altra cosa rispetto a me. Lui ha passato delle cose pazzesche ed è riuscito a diventare un fenomeno. Non so come abbia fatto, per ora Zanardi mi batte 3-0".
Calcio
Bellugi: "Io non mollo ma non si può scherzare sul Covid"
04/01/2021 A 11:00

Zanardi, l'eroe che ha trasformato una disgrazia in opportunità: tutte le sue imprese

Calcio
Bellugi: "Il coraggio me lo darà il mio supereroe Zanardi"
23/12/2020 A 11:09
Calcio
Dramma Bellugi: gambe amputate, userà le protesi
23/12/2020 A 07:33