La scelta è fatta: dopo vent'anni, Ronald Koeman torna al Barcellona. Questa volta da allenatore della prima squadra, uno dei ruoli più complicati che esistano, dopo averci giocato - con successo, con tanto di Coppa dei Campioni vinta nel 1992 grazie a un suo gol in finale contro la Sampdoria - e dopo aver ricoperto il ruolo di vice e poi di tecnico delle giovanili.

Addio al posto di ct dell'Olanda

Liga
Bomba dalla Spagna: "Messi ha comunicato al Barcellona di voler lasciare il club subito"
16/08/2020 A 18:47

Secondo 'Sky', dalla riunione odierna per definire il sostituto di Quique Setien è emerso proprio il suo nome. Sarà dunque 'Rambo' il nuovo allenatore del Barcellona, una volta ufficiale la separazione con l'ex Betis. E ufficiale, probabilmente già questa settimana, sarà anche la sua nomina per i prossimi tre anni. Koeman lascerà dunque il proprio ruolo di commissario tecnico dell'Olanda, nazionale che l'aveva messo sotto contratto all'inizio del 2018 e con la quale aveva conquistato la qualificazione agli Europei di quest'estate, poi rinviati al prossimo anno a causa dello scoppio della pandemia.

Terza esperienza al Barcellona

Per Koeman, come detto, si tratterà della terza avventura con il Barcellona. La prima lo ha visto conquistare per quattro volte di fila la Liga con il Dream Team allenato da Johan Crujiff, oltre alla già citata Coppa Campioni di Wembley contro la Samp decisa da un suo missile su punizione nei supplementari. Meno entusiasmante la seconda esperienza, a cavallo del nuovo millennio, da assistente di Louis van Gaal e poi da allenatore della squadra B.

Louis van Gaal with fellow Dutchman and former assistant Ronald Koeman in their Barcelona days (Imago)

Credit Foto Imago

Superati Pochettino e Xavi

Koeman, che qualche mese fa è stato operato d'urgenza al cuore venendo comunque dimesso dopo poco tempo, ha battuto una folta concorrenza. Da Mauricio Pochettino, frenato comunque dalla lealtà nei confronti dell'Espanyol, alla leggenda Xavi, oggi in Qatar e già tentato concretamente dopo l'addio a Valverde, prima che la scelta ricadesse proprio su Setien. Mai troppo concreta, invece, la candidatura di Massimiliano Allegri, troppo distante per idee e filosofia di gioco. La scelta è così ricaduta su Koeman, un "uomo-Barcellona". Toccherà a lui l'arduo compito di ricostruire le macerie di un gigante alla deriva.

Caso Griezmann a Barcellona, Setien: "Non gli chiederò scusa per averlo inserito a 5' dalla fine"

Champions League
Barcellona, dall'umiliazione alla rivoluzione: Suarez, Piqué, Rakitic e Vidal sul mercato
15/08/2020 A 12:08
Calciomercato
Koeman: "Messi? Non so se resta, devo parlare con lui... Ma spero rimanga"
19/08/2020 A 16:59