Ancora poche ore e verrà svelato il nuovo titolare della panchina del Barcellona. Lunedì 17 agosto è infatti la data della giunta del club catalano che avrà come ordine del giorno la discussione sul nuovo progetto tecnico. A chi affidarlo? Dato ormai assodato l'esonero di Quique Setién direttamente dal presidente Bartomeu, la margherita tra cui scegliere propone i nomi di Xavi (gradito da Lionel Messi) e, soprattutto Ronald Koeman, eroe della prima Coppa dei Campioni conquistata dai catalani nel 1992 contro la Sampdoria di Vujadin Boskov, Gianluca Vialli e Roberto Mancini. Difficile si opti per Mauricio Pochettino il quale, per quanto libero sul mercato, ha da sempre incarnato gli ideali sportivi dei rivali cittadini dell'Espanyol. Lui stesso, in passato, ha più volte dichiarato che non avrebbe mai preso in seria considerazione un'eventuale richiesta del Barcellona.

Champions League
Il bilancio dopo i quarti: più che Champions League, un precampionato di lusso
16/08/2020 A 09:08

L'opzione Xavi

Xavi, attualmente, sta muovendo i primi passi da allenatore nella squadra in cui un anno fa ha chiuso la carriera da giocatore, l'Al-Sadd, in Qatar, in cui ha subito conquistato la Coppa dello Sceicco Jassem superando 1-0 l'Al-Duhail dell'ex difensore juventino Mehdi Benatia (tuttavia non in campo in quella occasione). Sarebbe una soluzione "quasi interna", un po' come quando Guardiola venne appuntato da allenatore della squadra B fino alla conquista delle due Champions targate 2008-2009 e 2010-2011.

L'opzione Ronald Koeman

Anche Koeman, come detto, sarebbe una scelta all'insegna dei colori blaugrana. Sarebbe l'opzione maggiormente gradita al board catalano (da cui usciranno presto il segretario tecnico in lite con Messi Eric Abidal, il Ceo Oscar Grau e il direttore sportivo Ramon Planes), ma più impegnativa da percorrere dal momento che l'olandese è attualmente il commissario tecnico della nazionale Orange. Koeman, oltre ad essere giocatore del Barcellona dal 1989 al 1995, secondo di Luis van Gaal nel 1998-99 e tecnico della squadra B nella stagione successiva.

Le volontà di Messi

Ogni decisione da prendere dipenderà tuttavia, come sempre, dalle volontà di Lionel Messi, che non ha ancora sciolto le proprie riserve sul proprio futuro e su cui aleggiano le "folli opzioni" di trasferimento al Manchester City oppure all'Inter. E chissà quale presa avrà sulla scelta definitiva, questo 2020 disastroso, iniziato con la sconfitta in Supercoppa spagnola, l'esonero di Ernesto Valverde, i litigi e la recentissima rovinosa uscita dalla Champions League, 2-8 contro il Bayern Monaco. Il punto esclamativo sulla prima stagione senza trofei dal 2007-08.

Setién sullo sfogo di Piqué: "Indicativo, il Barça deve cambiare"

Champions League
Barcellona, dall'umiliazione alla rivoluzione: Suarez, Piqué, Rakitic e Vidal sul mercato
15/08/2020 A 12:08
Liga
Messi, ultimo Clasico al Camp Nou? I numeri contro il Real
5 ORE FA