Leo Messi non parlava dal 4 settembre 2020, quando annunciò la sua permanenza al Barcellona. Da quel giorno nè è passato d’acqua sotto i punti, soprattutto l’arcirivale Joseph Maria Bartomeu ha lasciato la poltrona di presidente del club, ponendo fine a uno dei periodi più tribolati della storia blaugrana. Quest’addio però non sembra aver rasserenato granché l’umore del fuoriclasse argentino che al rientro dagli impegni con la Nazionale Argentina, risponde in maniera piccata a una domanda sulle dichiarazioni dell'ex agente di Griezmann che la settimana scorsa, a France Football, aveva affermato che Messi controlli tutto al Barça. Visibilmente contrariato per l’ennesimo attacco Messi con poche parole ha espresso un concetto molto chiaro:

“Sono stanco di essere sempre il problema di tutto al Barcellona"

Qualificazioni mondiali America del Sud
Messi fermato dal VAR: Argentina-Paraguay 1-1
13/11/2020 A 06:27

Visibilmente spossato dal lungo viaggio transoceanico, Messi non si aspettava tifosi e giornalisti ad attenderlo e quando i cronisti hanno iniziato a bersagliarlo di domande su alcune polemiche occorse in seno all’ambiente blaugrana durante la sua assenza ha sbottato con questa frase che, non abbiamo dubbi, farà molto rumore. Perché il contratto di Messi fra meno di otto mesi scadrà e perché il suo futuro resta un enorme punto di domanda. Oltre al capannello di giornalisti e tifosi, Messi all’aeroporto El Prat ha trovato anche un agente del Fisco spagnolo, che gli ha imposto di pagare alcune tasse doganali.

Leo Messi a colloquio con Antoine Griezmann

Credit Foto Getty Images

Le dichiarazioni dell’ex agente di Griezmann

A indispettire Messi sono state le parole di Eric Olhats, ex agente di Griezmann, che ha accusato il fuoriclasse e capitano del Barça di controllare tutto nel club blaugrana: “Leo è imperatore e monarca. Non ha preso bene l’arrivo di Griezmann al Camp Nou. Ha avuto un atteggiamento deplorevole e lo ha fatto star male. O sei con lui o contro di lui. Antoine mi ha sempre detto di non avere problemi con Messi, ma mai il contrario. La scorsa stagione quando arrivò non gli passava il pallone o non gli rivolgeva la parola. Ma Antoine andrà avanti, perché ama il calcio”.

Messi e la Champions League: 16 anni di gol

Liga
Scossa Barça! Bastano 45’ di Messi per affondare il Betis: 5-2
07/11/2020 A 17:10
Liga
Barcellona, è crisi nera: ko col Cadice e -12 dalla vetta
4 ORE FA