Brutte scene in Liga, nella sfida tra Cadice e Valencia. Al minuto 33', infatti, Mouctar Diakhaby ha un alterco con Juan Cala e dopo attimi concitati il difensore francese perde le staffe a causa di un insulto razzista e tutto il Valencia lascia il campo per protesta.
L'arbitro, stando alle ricostruzioni dei media spagnoli, non ha potuto sentire le frasi pronunciate durante lo scontro, ma sta di fatto che il Valencia per sostegno al suo giocatore è rientrato in spogliatoio e dopo qualche minuto la stessa cosa ha fatto il Cadice.
Mondiali
Musah, la mezzala USA cresciuta in Italia che piace a Inter e Milan
30/11/2022 ALLE 10:02
Dopo un dialogo tra l'arbitro e i dirigenti del Valencia, alla fine la situazione si è sbloccata e le squadre sono rientrate in campo, ma non Diakhaby. Con un tweet sul proprio profilo, il Valencia ha comunicato che "La squadra si è riunita e decide di tornare a lottare, ma è ferma la condanna al razzismo di tutto il Valencia, in tutte le sue forme".
Mouctar Diakhaby, come dicevamo, pur essendo stato lui stesso a invitare i compagni a riprendere, non ha voluto tornare in campo ed è stato sostituito da Guillamon.
Al termine della partita, sul referto arbitrale si legge che, dopo aver ammonito Diakhaby per la discussione avita con Calam il difensore gli spiegava la propria alterazione dicendogli: "Mi ha chiamato negro di m***a". Il direttore di gara, però, riferisce che nessuno del pool arbitrale è stato in grado di udire le parole proninciate dal giocatore del Cadice.
Liga
Il Real va alla pausa in scia al Barça, 2-1 sofferto al Cadice
10/11/2022 ALLE 20:25
Liga
Lewandowski affossa Gattuso al 93’: 1-0 Barça sul Valencia
29/10/2022 ALLE 18:50