Tic-tac, tic-tac, tic-tac, è stato il tormentone estivo di una trasmissione culto per chi popola Twitter ed ama il trash nelle sue forme più creative. Con questo ritmo si è scandita in Spagna, sponda Real Madrid, l’attesa – risultata poi vana – per l’approdo in camiseta blanca di Kylian Mbappé, il fuoriclasse che doveva aprire una nuova legacy al Santiago Bernabeu e aveva esaltato i telespettatori del Chiringuito.
Quella dei tifosi del Real Madrid d’altra parte era stata un’estate particolare. I problemi finanziari esposti chiaramente da Florentino Perez, le perdite di due pedine storiche come Varane e soprattutto Sergio Ramos. Insomma, si attendeva, al di là di tutto, un botto che potesse rinfiammare la piazza. E quel botto, dal mercato, non è arrivato.
Champions League
Benzema 4° miglior marcatore della storia: raggiunto Raul
27/04/2021 A 20:58
A Madrid però – e tanti troppo spesso anche nel resto del mondo – si dimenticano che un fuoriclasse già ce l’hanno in casa. E da una vita. Si chiama Karim Benzema e alla soglia delle 34 primavere (saranno tali il prossimo 19 dicembre) ha iniziato la sua 13esima stagione al Real Madrid come meglio non aveva mai fatto.

Karim Benzema nel momento del suo 200esimo gol in Liga col Real Madrid, nel 6-1 al Maiorca

Credit Foto Getty Images

Nel 6-1 di mercoledì sera rifilato al Maiorca, Benzema ha infatti raggiunto un traguardo storico: quello del 200 gol realizzati nella Liga: tutti, ovviamente, con la maglia del Real Madrid. Un traguardo di un certo spessore perché se guarda davanti, il francese, vede solo 3 nomi dentro il suo attuale club: Alfredo Di Stefano, quota 216; Raul, quota 228 e l’ex compagno Cristiano Ronaldo, quota 311. Un trio che fa una certa impressione.
Ma non solo. La 200esima rete di Benzema nella Liga proietta il francese anche nella Top 10 dei giocatori più prolifici di sempre del campionato spagnolo, consegnando, anche in questo caso, il cognome ‘Benzema’ alla storia della Liga e all’elite assoluta del calcio europeo.
MIGLIORI MARCATORI LIGAN° GOL
Messi473
Ronaldo 311
Zarra253
Hugo Sanchez234
Raul 228
Di Stefano 227
Cesar 221
Quini219
Pahino211
Benzema200

Il più sottovalutato dei fuoriclasse

Eppure, ogni anno, quando si muovono le pedine, di Benzema si parla sempre relativamente poco. O relativamente poco, mettiamola così, lo si considera nel peso specifico di squadra. Per anni relegato al ruolo di Robin a disposizione del Batman Cristiano, Benzema si è sempre sacrificato per far funzionare i meccanismi della Casa Blanca più che cercare i record personali, dimostrando umiltà oltre che intelligenza. Se dal punto di vista tattico o tecnico non c’è nulla che non sia già stato già detto o scritto, il punto cruciale per descrivere il valore di Benzema è proprio forse nella più banale delle constatazioni: non si resta attaccante titolare del Real Madrid per 13 stagioni se non si ha qualcosa di speciale.
E qualcosa di speciale, Benzema, ce l’ha eccome. In queste prime 6 uscite di campionato il francese è stato direttamente coinvolto in 15 segnature del Real Madrid: otto gol messi a segno direttamente e sette in cui ha fornito l’assist. OPTA ci dà la statistica: il miglior inizio di campionato dopo 6 partite mai registrato nel XI secolo.
Insomma, a Madrid, pur senza Mbappé, si continuano a dormire sonni tranquilli. Perché Karim Benzema non diventerà certo un tormentone, né scandirà l’attesa di un sogno di mercato a ritmo di orologio, ma con i suoi 289 gol complessivi in tutte le competizioni il francese è ormai a un passo dal raggiungere Santillana a 290 gol, diventando così il 4° miglior marcatore di sempre del Real Madrid. Se non è un fuoriclasse questo, allora trovate voi la definizione.

Sergio Ramos in lacrime nel momento dell'addio al Real Madrid

UEFA Nations League - Finali
Rosetti sul gol in fuorigioco di Francia-Spagna: "Norma da rivedere"
6 ORE FA
Amichevoli
Ronaldo, gol e altro record: 3-0 Portogallo al Qatar
09/10/2021 A 21:50