Dopo l'addio con polemica di Sergio Ramos, nuova bufera in casa Real Madrid. Il quotidiano spagnolo El Confidencial ha pubblicato degli audio di conversazioni private del presidente dei Blancos, Florentino Perez. I destinatari sono Cristiano Ronaldo e José Mourinho. Il materiale risale al 2012, all'epoca i due erano rispettivamente giocatore e allenatore delle Merengues.

Su Cristiano Ronaldo

"È pazzo. Un imbecille, è malato. Credete che questo ragazzo sia normale, ma non è normale, altrimenti non farebbe le cose che fa. L'ultima stupidaggine che ha fatto l'hanno vista tutti. Perché pensi che faccia queste sciocchezze?".
Liga
200 nella Liga, Karim Benzema: un fuoriclasse sottovalutato
23/09/2021 A 15:47

Su Josè Mourinho

"Mendes non ha potere su CR7. Così come con Mourinho. Anche per le interviste. Niente. Queste sono persone con un ego terribile, entrambi viziati, l'allenatore e lui, non vedono la realtà. Se fossero fatti diversamente potrebbero guadagnare molto di più in diritti d'immagine".

Attacchi anche a Casillas e Raul e la difesa di Perez

Il caso in Spagna si è aperto nei giorni scorsi con la pubblicazione di altre registrazioni. Nel 2006 Perez parlava in termini abbastanza forti delle bandiere Casillas e Raul, definiti non adeguati per una squadra come il Real ("Casillas non è un portiere da Real Madrid, cosa vuoi che ti dica. Non lo è mai stato. È stato l'errore più grande che abbiamo fatto. Però tutti lo difendono. Poi c'è Raul: sono le due grandi truffe del Real Madrid. Raúl è cattivo, pensa che il Real Madrid sia di sua proprietà e usa tutto a proprio vantaggio. Lo stesso fa il suo agente. È per colpa sua che il Madrid sta male...). In risposta Perez ha provato a chiarire attraverso una nota: "Le frasi riprodotte sono pronunciate in conversazioni registrate illegalmente dal signor José Antonio Abellán, che da molti anni tenta di venderle senza successo. È sorprendente ora che, nonostante il tempo trascorso, il quotidiano El Confidencial le pubblichi oggi. Sono singole frasi di conversazioni tratte dall'ampio contesto - ha detto a sua discolpa Perez -. Capisco che il fatto che siano state pubblicate adesso, sia dovuto al mio lavoro come uno dei promotori della Superlega. Ho affidato la questione nelle mani dei miei legali che stanno studiando le possibili azioni da intraprendere".

Ancelotti-Perez che feeling: abbracci, sorrisi e firma

Liga
Ancelotti nel mirino del fisco spagnolo: stipendio sequestrato
29/06/2021 A 16:38
Liga
Real Madrid, Florentino; "Zidane e Ramos come figli, torneranno"
25/06/2021 A 14:38