Il tribunale di Versailles ha giudicato colpevole l'attaccante della Francia e del Real Madrid, Karim Benzema: l'accusa era di complicità nel tentativo di ricatto dell'ex compagno di squadra internazionale Mathieu Valbuena per la vicenda sextape risalente all'autunno del 2015. La condanna è di una pena detentiva sospesa di un anno; iInoltre è stato anche multato per 75mila euro.
Benzema non ha partecipato al processo e non era presente quando è stata letta la sentenza: il Real Madrid è impegnato stasera in Champions contro lo Sheriff.
Liga
Aguero ricorda il malore: "Volevo urlare, ma la voce non usciva"
19/05/2022 A 15:05

Il fatto

Il tutto risale all'autunno del 2015, quando dal ritiro di Clairefontaine, Benzema entrò in contatto con Valbuena, come lui convocato da c.t. Deschamps, per evocare il problema di un video hard finito nelle mani sbagliate. La sequenza a luci rosse in realtà era stata registrata in un file da un collaboratore di Valbuena che avendo problemi di soldi aveva elaborato un piano, coinvolgendo anche un amico d'infanzia di Benzema, Karim Zenati. Sarebbe stato proprio da una richiesta di tale Zenati che il 6 ottobre 2015, il giocatore del Real Madrid fece una telefonata all'ex centrocampista del Marsiglia per proporgli appunto un aiuto per risolvere il problema. Per gli investigatori, si trattò di un atto di complicità nel tentativo di estorsione ai danni del collega.

L'avvocato di Benzema

"È stato chiaramente annunciato dal tribunale che Benzema non era a conoscenza delle manovre preliminari. (...) Siamo piuttosto sbalorditi da questo giudizio. L'appello è già partito: verrà scagionato dopo la nostra richiesta"

Ancelotti su Benzema: "Come il vino, invecchiando migliora"

Liga
Real insaziabile: tripletta di Vinicius e 6-0 al Levante
12/05/2022 A 19:20
Liga
Depay, Aubameyang e gli assist di Dembélé: successo Barça
10/05/2022 A 19:24