Così così la "terza" per la Juventus di Maurizio Sarri dopo il rocambolesco ko con il Tottenham e la vittoria ai tiri di rigore contro l'Inter di Antonio Conte. Fino al minuto 77 infatti la Vecchia Signora era sotto 3-1 contro la selezione dei migliori giocatori della Lega coreana: Osmar, Cesinha e Taggart traffigono prima Szczesny e poi Pinsoglio con soluzioni balistiche da urlo e per poco Team K non centra pure il quarto gol (di Muratore la rete dell'interlocutorio 1-1) esaltandosi contro l'illustre avversario.
Ferita nell'orgoglio, la Juventus prende in mano la situazione nel finale e risale la china fino al 3-3 grazie al colpo di "spalla" di Matuidi su traversone radiocomandato di Federico Bernardeschi e alla splendida firma del jolly brasiliano dell'Under 23 Matheus Pereira. Il classe '98 riceve palla da Mario Mandzukic, si libera del diretto marcatore con un tunnel e poi beffa l'estremo difensore coreano con morbido scavino: tutto con educatissimo piede sinistro. La Juventus attacca e va a caccia del clamoroso 4-3 ma Bernardeschi spara un sinistro addosso al portiere avversario dopo funambolico dribbling sulla linea di fondo.
Mondiali
CR7 contro il ct Santos: "Hai sempre fretta di sostituirmi"
13 MINUTI FA
Indicazioni dunque significative per Maurizio Sarri, in un senso e nell'altro: buono stavolta l'apporto di Rabiot dalla panchina, così come la parte finale di Bernardeschi. Higuain a corrente alternata: perde la palla che dà il la al vantaggio ospite, ma si rifà con l'assist per Muratore. Negativa l'intesa tra Rugani e de Ligt: gli uomini offensivi di Team K fanno quello che vogliono approfittando degli svarioni dei centrali difensivi bianconeri (Rugani peggio di de Ligt). Mister Sarri ha scelto di risparmiare Cristiano Ronaldo: portoghese in panchina (un po' abbacchiato, per la verità) per l'intera durata del match.

Il tabellino

Juve-Team K-League 3-3: risultato e tabellino
JUVE (4-3-3): Szczesny (dal 39′ Pinsoglio, (dal 59′ Buffon); Cancelo, De Ligt, Rugani (dal 60′ Bonucci), Beruatto (dal 65′ Coccolo); Muratore (dal 73′ Pereira), Pjanic (dal 60′ Rabiot), Emre Can (dal 60′ Matuidi); Bernardeschi, Higuain (dal 70′ Mavididi), Mandzukic. A disp. De Sciglio, Ronaldo, Matuidi, Rabiot, Demiral, Pinsoglio, Loria, Di Pardo, Coccolo, Kastanos, Toure, Frederiksen, Mavididi, Pereira, Buffon. All. Maurizio Sarri
TEAM K-LEAGUE: Hyeonwoo, Hongchul, Valentinos, Youngsun, Yong, Osmar (dal 65′ Illok), Bitgaram, Bokyung, Cesinha, Donggook, Eder. A disp. Bumkeun, Jooho, Kwangseon, Junya, Mix, Wanderson, Illok, Taggart, Chuyoung. All. José Ferreira da Morais
Gol: 7′ Osmar, 9′ Muratore, 45′ Cesinha, 49′ Taggart, 78′ Matuidi, 81′ Pereira
Serie A
Monza, splendide notizie: a breve il rientro di Pablo Marì
21 MINUTI FA
Serie A
Juve: 8 milioni agli agenti spariti dal bilancio. Il file coi conti in nero
UN' ORA FA