Negli Stati Uniti la tensione è alle stelle dopo la morte di George Floyd e ogni commento fuori luogo rischia di costare caro. Ne sa qualcosa Aleksandar Katai, centrocampista serbo che è stato licenziato dai Los Angeles Galaxy, la squadra di MLS in cui è approdato a fine 2019 dai Chicago Fire, a causa dei commenti razzisti della moglie Tea su Instagram.

MLS
Gonzalo e Federico Higuain giocheranno insieme nell'Inter Miami
11/10/2020 A 09:58

La signora Katai si è espressa in serbo, la sua lingua, ma questo non gli ha impedito di essere "beccata": in un post aveva incitato la polizia ad "ammazzare quelle m...e" riferendosi ai manifestanti che protestavano, successivamente aveva anche pubblicato una foto di una donna afroamericana che usciva da un presunto negozio saccheggiato con in mano una scatola di scarpe, accompagnata dalla didascalia "Black Nike Matters".

Katai si è subito scusato per quanto combinato dalla moglie definendo "inaccettabili" quei commenti, gli stessi Galaxy hanno condannato l'accaduto e alla fine sono stati sostanzialmente obbligati a chiudere il rapporto col loro giocatore, probabilmente su pressione dei vertici della MLS che hanno da tempo instaurato una politica di tolleranza zero nei confronti di ogni forma di razzismo.

Il discorso da brividi di Coco Gauff per George Floyd: "Non restate in silenzio, bisogna agire ora!"

MLS
Higuain: rigore sbagliato e rissa, esordio shock in MLS!
28/09/2020 A 09:28
MLS
Higuain si allena e scherza con Matuidi all'Inter Miami: le immagini
23/09/2020 A 09:49