Paul Pogba e la Nazionale francese sembrano arrivati al capolinea. Lo scrive il Sun, specificando che il centrocampista del Manchester United avrebbe preso questa decisione per ragioni politiche. Paul non avrebbe infatti gradito le esternazioni del Premier francese Emmanuel Macron a proposito del mondo islamico. In realtà, puntualmente, arriva la violenta smentita del giocatore, ma procediamo con ordine.

Mondiali
Mondiali 2022, perchè e come la Russia giocherà
18/12/2020 A 10:10

I fatti prima del tracollo

Per il tabloid inglese, tutto risale alla cerimonia di commemorazione (con tanto di assegnazione della Legione d’Onore) di Samuel Paty, professore ucciso come reazione per aver mostrato una vignetta irriverente nei confronti del mondo islamico. Per celebrarlo, Macron ha tenuto un lungo discorso in cui, tra le tante frasi, ha detto:

Samuel Paty è diventato il volto della Repubblica, della nostra volontà di sconfiggere i terroristi, di mettere a tacere gli islamisti, di vivere come una comunità di cittadini liberi nel nostro paese.

Paul Pogba

Credit Foto Getty Images

La decisione di lasciare la Nazionale?

Stando a quanto riportato dal Sun, a Pogba, che è musulmano, queste parole non sarebbero proprio andate giù. In un articolo pubblicato dalla testata sportiva araba 195sports.com, infatti, si leggerebbe che Pogba non avrebbe apprezzato il conferimento della Legione d’Onore a Paty, che stava insultando la sua religione, e soprattutto che le parole di Macron avrebbero denigrato i cittadini francesi fedeli all’Islam, accomunando di fatto tutti i musulmani francesi ai terroristi, fatto inaccettabile per il giocatore.

Apparirebbe ancora più inaccettabile se si considera che la religione musulmana è la più praticata in Francia dopo quella Cattolica. E, vista così, sarebbe stato un peccato ovviamente per i Galletti, visto che Pogba ha solo 27 anni e che con la Francia ha già vinto un mondiale.

La reazione di Pogba

Dopo qualche ora, però, arriva la secca smentita dello stesso interessato, che si scaglia contro il tabloid con un acceso post su Instagram, senza andare troppo per il sottile: "Quindi il Sun lo ha fatto di nuovo... Girano notizie assolutamente infondate al 100% su di me, affermando cose che non ho mai detto o pensato. Sono inorridito, arrabbiato, scioccato e frustrato, alcune fonti "mediatiche" mi usano per fare titoli falsi su un argomento delicato dell'attualità francese e aggiunge la Nazionale francese al piatto. Sono contro ogni forma di terrore e violenza. Sfortunatamente, alcuni giornalisti non agiscono in modo responsabile quando scrivono le notizie, abusando della loro libertà di stampa, non verificando se ciò che scrivono/riportano sia vero, creando una catena di pettegolezzi senza preoccuparsi del fatto che influenzino la vita delle persone e la mia vita. Sto intraprendendo un'azione legale contro gli editori e i diffusori di queste notizie false al 100%. Lancio un rapido appello al Sun, a cui normalmente non potrebbe importare di meno: alcuni di voi ragazzi probabilmente sono andati a scuola e ricorderanno come il vostro insegnante vi abbia detto di controllare sempre le vostre fonti, di non scrivere senza esserne sicuri. Ma hey, sembra che l'abbiate fatto di nuovo e su un argomento molto serio questa volta, vergogna!".

Mondiali
Italia, Mancini: "La Svizzera poteva essere testa di serie"
07/12/2020 A 18:22
Mondiali
L'Italia pesca Svizzera, Irlanda del Nord, Bulgaria e Lituania
07/12/2020 A 17:46