Mancano poco più di due mesi all'inizio dei Mondiali di calcio 2022 in Qatar e nuove ombre incombono su una delle trentadue nazionali partecipanti, con il pericolo di un nuovo sconvolgimento nel calendario. Secondo Daily Mail, infatti, l'Ecuadorsarebbe di nuovo a rischio esclusione dalla Coppa del Mondo in merito al caso Byron Castillo. Lo scorso giugno la FIFA aveva respinto il ricorso del Cile, che riteneva il difensore sceso in campo durante le Qualificazioni fosse impossibilitato a farlo siccome era nato al di fuori del Paese, confermando la presenza dell'altra nazionale sudamericana nel gruppo A. Tuttavia, il tabloid inglese ha scoperto nuove prove sul fatto che il giocatore sia nato in Colombia tre anni prima rispetto a quanto riportato sulla carta d'identità e che la federcalcio ecuadoriana avrebbe cercato di insabbiare tutto.
Emerge a testimonianza di ciò una registrazione di un colloquio tra Castillo e il capo della commissione investigativa della federazione calcistica dell'Ecuador risalente al 2018, dove il calciatore avrebbe rivelato apertamente di essere nato nel 1995 anziché nel 1998 e che il suo nome completo all'anagrafe sarebbe diverso rispetto a quello riportato sul certificato ecuadoriano (Bayron Javier Castillo Segura e non Byron David Castillo Segura come è conosciuto nel mondo del calcio). Nome e data che coincidono col documento di nascita colombiano che lo vedrebbe nativo di Tumaco. Nella stessa nota audio Castillo confessa inoltre di essersi trasferito dalla sua città natale verso l'Ecuador per intraprendere la carriera da calciatore e che si sarebbe fatto aiutare da un uomo d'affari, il quale gli ha fornito una nuova identità. Daily Mail ha fornito anche la prova di un documento in cui il presidente federale era a conoscenza di tutto ciò, a dimostrazione dell'intenzione della nazionale dell'Ecuador di coprire il caso.
Mondiali
Spagna, ufficiale: Luis Enrique è stato esonerato
UN' ORA FA

Chi parteciperebbe ai Mondiali al posto dell'Ecuador? Ci sono speranze per l'Italia?

La Commissione d'Appello della FIFA dovrebbe pronunciarsi giovedì (15 settembre) in merito alla questione della nazionalità di Byron Castillo e questa prova potrebbe sconvolgere gli scenari. Da calendario, l'Ecuador disputerebbe la partita inaugurale dei prossimi Mondiali di calcio contro i padroni di casa del Qatar, a seguito della decisione di anticipare la data d'inizio dell'evento proprio per aprire la rassegna con la nazionale ospitante. Nel caso in cui la selezione ecuadoriana venisse veramente esclusa dal torneo, quasi certamente verrebbe sostituita dal Cile, che si sarebbe qualificato senza i punti realizzati dall'Ecuador nelle otto partite in cui era sceso in campo Castillo, o comunque un'altra nazionale della stessa confederazione, il Sudamerica. Restano dunque pari a zero le possibilità di vedere l'Italia ripescata ai Mondiali.

Da Donnarumma a Salah: la Top 11 degli esclusi a Qatar 2022

Mondiali
Clamoroso CR7: lascia il Portogallo? La Federazione smentisce
2 ORE FA
Mondiali
Germania, niente tabula rasa: Flick confermato al timone
16 ORE FA