Il tribunale di Düsseldorf ha condannato l'ex difensore tedesco Christoph Metzelder a dieci mesi di carcere con sospensione della pena per il possesso e la distribuzione di immagini di sfruttamento di bambini.
"Ho fatto screenshot di immagini incriminante su siti web liberamente accessibili e ho parlato di fantasie estreme nelle chat", ha ammesso Metzelnder in tribunale, aggiungendo che la sua fantasia era nell’"oltrepassare i confini" piuttosto che commettere su di loro i gravi abusi sessuali raffigurati. L'ex difensore ha proseguito: "Nonostante i miei gravi commenti nelle chat, non ho mai approcciato bambini o giovani ragazzi e non avevo in programma di fare nulla di tutto ciò. Tutto si è svolto in un mondo digitale parallelo".
Metzlender, oggi 40enne, ha poi aggiunto: "Accetto la punizione e chiedo perdono alle vittime di violenza sessuale. Dovrò convivere con questo senso di colpa per il resto della mia vita".
Mondiali
Germania flop, Badstuber duro: "Vedo solo giocatori viziati"
02/12/2022 ALLE 11:11

Christoph Metzelder in aula al processo per detenzione e distribuzione di materiale pedopornografico a Dusseldorf

Credit Foto Getty Images

Vicecampione del mondo con la Germania nel 2002, Metzelder ha ammesso di aver inoltrato 18 file che raffiguravano lo sfruttamento sessuale di minori a tre donne, sebbene sul suo telefono fossero state trovate un totale di 297 immagini. Una donna ad Amburgo ha affermato di aver ricevuto immagini tramite l’applicazione WhatApp e di aver contattato la polizia nel settembre 2019.
Metzelder, che nel 2006 ha creato una fondazione proprio per aiutare i bambini socialmente svantaggiati in Germania, si era già rivolto alla corte, dicendo che era "orgoglioso" del suo lavoro sociale ma voleva restituire l'Ordine al Merito ricevuto dal governo tedesco - uno dei più alti onori statali della Germania - "per rispetto ai vincitori attuali e futuri del premio".
"Sa quello che ha fatto", ha detto la scorsa settimana l'avvocato di Metzelder Ulrich Sommer all'emittente televisiva tedesca RTL, aggiungendo che il suo cliente era in terapia. "Sa anche che può essere definito un errore e sa che deve assumersi le sue responsabilità".
Al momento è gli stata inflitta una pensa sospesa di 10 mesi di carcere. Se sarà ritenuto colpevole, Metzelder, rischia comunque una pena definitiva fino a 5 anni di carcere. Metzelder aveva lavorato di recente come opinionista per Sky Sport Germania fino all'inizio delle indagini.
Mondiali
Costa Rica-Germania 2-4, pagelle: Havertz dà la sveglia, Rüdiger dorme
01/12/2022 ALLE 22:24
Mondiali
Germania fuori ai gironi per il 2° Mondiale di fila: modello tedesco finito?
01/12/2022 ALLE 22:09