AL CHELSEA COMANDANO I GIOCATORI - È questo il messaggio che l'ex tecnico del Blues Felipe Scolari lancia al neo-allenatore Carlo Ancelotti. "Ho davvero imparato un sacco di cose durante la mia permanenza in Inghilterra – si legge sul "Daily Star" – e una in particolare: che i giocatori sono i veri boss della squadra e fanno quello che vogliono. Prendete ad esempio Drogba e Ballack, che mi chiesero di farsi curare all'estero, uno in una Spa di Cannes e l'altro a Colonia, o anche Petr Cech a cui ho dovuto dire io che non era affatto appropriato che avesse il suo trainer privato. Comunque sia, è stata un'eccellente esperienza quella al Chelsea, anche se un giorno siamo arrivati alla conclusione che fosse meglio per tutti che io lasciassi il club".
CARLETTO, SONO IO CHE DECIDO - Anche se non direttamente, Carlo Ancelotti si sente chiamato in causa e non esita nel rispondere alle parole di Scolari e nel sfruttarle per chiarire fin da subito chi comanda. "Esigo rispetto", sentenzia il neo tecnico dei blues. "Quando giocavo, ero un combattente e adesso che alleno è la stessa cosa e voglio che i giocatori rispettino la mia posizione, come io rispetto la loro. Sono io che prendo le decisioni e questo è il mio metodo per stabilire un buon rapporto. Voglio che si lavori duramente ogni giorno sul campo, perchè i giocatori devono giocare bene insieme e stare anche bene insieme".
Calciomercato
Il Chelsea tenta Ibra "Resto? Vediamo"
12/07/2009 A 14:17
Premier League
Occasione persa per il Chelsea: 0-0 contro il Brighton
20/04/2021 A 19:29
Calcio
Ceferin attacca: "Dove sarebbe la Juventus senza la UEFA?"
20/04/2021 A 10:50