Alcuni dati: 21 gol fatti due soli subiti, cinque vittorie e un pareggio. Dall'altra parte abbiamo sei sconfitte su sei, tredici gol subiti e zero, avete letto bene, zero gol fatti. Ecco a voi in poche cifre la differenza tra le due squadre, un match tra compagini di categorie diverse.
Al City va tutto bene. La squadra di Guardiola va avanti col pilota automatico: una squadra che va a memoria, con giocatori in forma smagliate. Testa della classifica meritata, al momento in solitaria, per differenza reti.
Dall'altra parte poco da segnalare: la cura Hodgson non sta servendo ad un Crystal Palace che, dopo il fallimento di De Boer, prosegue sulla stessa falsariga. Oggi regge per un tempo, poi naufraga dietro i colpi di Sterling e compagni. Urge una sterzata potente.
Premier League
Bale e Kane da impazzire, il Tottenham schianta il Crystal Palace 4-1
6 ORE FA

Sterling

Credit Foto Getty Images

La cronaca

Solito City offensivo di Guardiola. In campo contemporaneamente: De Bruyne, Silva, Sterling, Sane e Aguero. Roy Hodgson prova a sbloccare il Crystal Palace, ancora a secco di reti con Benteke e Loftus-Cheek.
L'inizio è un dominio marchiato Manchester. I padroni di casa rinchiudono gli ospiti nella propria metà campo e vanno vicini per ben due volte alla rete: prima un autopalo di Sakho su cross di De Bruyne, poco dopo è Otamendi a colpire il legno. Il City ci prova, ma la difesa del Palace regge.
Successivamente gli ospiti si affacciano in avanti con un ottimo Loftus-Cheek: è lui l'uomo più pericoloso degli ospiti, bravissimo da solo a mettere in difficoltà tutta la retroguardia avversaria. Anche lui coglie un legno dalla distanza, mentre cinque minuti dopo manda sul fondo un diagonale interessante da centro area.
Il pubblico rumoreggia, la banda di Guardiola fatica, ma alla fine passa, e lo fa in modo scoppiettante: triangolazione tra Sanè e Silva, con lo spagnolo che chiude il triangolo con un pallonetto. Sanè in controllo si inventa un sombrero, salta un difensore e, davanti al portiere, non sbaglia. 1-0 e squadre negli spogliatoi.
Nel secondo tempo il Manchester dilaga. Ci mette dieci minuti Sterling a mettere a segno la sua doppietta e chiudere il match: prima segna su cross rasoterra del solito Sanè, poi appoggia in rete la sponda di Aguero. 3-0 e partita chiusa. C'è spazio per tanti cambi da ambo le parti e per i gol di Aguero e Delph che fissano il risultato sul 5-0. Sono cinque, tutti meritati, per il City. Altro match da dimenticare per il Crystal Palace, che sta battendo ogni record negativo nella storia della Premier.

Il tweet da non perdere

La statistica chiave

Sterling ha segnato 5 gol nelle ultime 4 partire di Premier League. Lo stesso numero di reti degli altri 31 match giocati.

Il migliore

Kevin DE BRUYNE: Dare il premio di migliore del giorno oggi era veramente dura. Ma tra Sané, Sterling, Aguero e Silva, ci sentiamo di premiare l'uomo più in ombra di questo City, ma quello più utile, che fa il lavoro sporco per tutti. Maestosa partita di Kevin De Bruyne cha fa praticamente tutto: recupera palloni, crea gioco, fa assist. Gli manca solo il gol.

Il peggiore

Timothy FOSU-MENSAH: Tutta la difesa non riesce a stare al passo con gli attaccanti avversari. Ma Fosu-Mensah proprio non ci capisce nulla contro un fenomenale Sanè, che gli passa da tutte le parti.

Tabellino

MANCHESTER CITY: Ederson, Walker, Stones (dal 69' Delph), Otamendi, Mendy (dal 28' Danilo), Fernandinho, De Bruyne, Silva (c), Sterling (dal 61' Silva), Sane, Aguero.
CRYSTAL PALACE: Hennessey, Van Aanholt, Dann, Sakho, Fosu-Mensah, Schlupp, Cabaye (dal 57' Puncheon), Milivojevic, Loftus-Cheek, Townsend, Benteke (dal 74' Sako).
GOL: Sanè (M), Sterling (M), Sterling (M), Aguero (M), Delph (M).
AMMONITI: Mendy (M), Danilo (M), Sanè (M), Schlupp (C)
ESPULSI: Nessuno.
Premier League
City-United 0-2, pagelle: Shaw simbolo della grinta dei Red Devils
5 ORE FA
Premier League
Il derby di Manchester è dello United: 2-0 in casa del City!
8 ORE FA