Calcio
Premier League

Klopp: "Il calcio è per il 98% fallimento. Una volta usai Rocky per motivare la squadra ma..."

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Jürgen Klopp vom FC Liverpool

Credit Foto Getty Images

DaStefano Dolci
25/09/2019 A 14:12 | Aggiornato 25/09/2019 A 14:30
@stefano_dolci

Jurgen Klopp scrive una lettera a "The Players Tribune" in cui racconta la sua idea di calcio e il suo rapporto col fallimento: "Sono convinto che il 98% del calcio abbia a che fare con il fallimento. Anche se tutti guardano ai protagonisti del calcio come degli dei. La verità è che tutti falliamo, costantemente. E quando ero un giovane allenatore ho fallito molto".

Jurgen Klopp è l’allenatore che nel 2019 non ha veramente sbagliato nulla. Ha vinto una Champions League e una Supercoppa Europea con il Liverpool e pochi giorni fa è stato incoronato alla Scala di Milano, FIFA Best Men’s Coach of the year, il premio che viene elargito al miglior tecnico della stagione. Amato alla follia dai propri tifosi e rispettato anche dagli avversari, Klopp si è raccontato in una lettera molto profonda e ricca di aneddoti sul celebre portale The PlayersTribune che ha intitolato “Forse sono un sognatore”, dove ha raccontato il suo rapporto col fallimento e come tutti questi successi siano derivati dagli errori che ha commesso nella sua sterminata carriera...

A volte le persone mi chiedono perché sorrido sempre. Come mai anche dopo aver perso una partita, mi capita di sorridere. È perché quando è nato mio figlio, ho capito che il calcio non è vita o morte. Su quel terreno di gioco non salviamo vite. Il calcio non è qualcosa che dovrebbe diffondere miseria o odio. Il calcio dovrebbe riguardare l'ispirazione e la gioia, soprattutto per i bambini.
Calcio

Messi, è lui il tenore alla Scala: battuti Van Dijk e Ronaldo. Klopp miglior allenatore

23/09/2019 A 20:16

Klopp, che spiega di sentirsi a disagio a ritirare premi individuali su un palco, confessa che tutto ciò che ha imparato ed è riuscito a conquistare lo deve alla propria famiglia, che lo ha obbligato a diventare presto adulto e gli ha insegnato presto cosa significa non montarsi la testa...

Tutto ciò che sono riuscito a raggiungere in questo sport è grazie a chi mi circonda, a partire dalla mia famiglia. Quando avevo 20 anni la mia vita è cambiata completamente con la nascita di mio figlio. Ero ancora un ragazzo, ma sono dovuto crescere perché non avevo altra scelta. Giocavo a calcio a livello amatoriale e per pagarmi gli studi lavoravo in un archivio cinematografico, dove ti trovavi a spostare anche vecchie bobine molto pesanti. Era un lavoro tosto perché quasi tutte le mattine ti trovavi a riempire interi camion. Dormivo 5 ore al giorno, lavoravo, andavo a lezione, nel tardo pomeriggio agli allenamenti e poi rincasavo per trascorrere un po’ di tempo con mio figlio. E’ un periodo tosto ma mi ha insegnato il significato della vita reale e anche a capire quali sono i veri problemi della vita.

Il calcio è per 98% fallimento...

Klopp poi spiega la sua filosofia sull’importanza di cadere in fallo e imparare dai propri errori...

Sono convinto che il 98% del calcio abbia a che fare con il fallimento. Anche se tutti guardano ai protagonisti del calcio come degli dei. La verità è che tutti falliamo, costantemente. E quando ero un giovane manager ho fallito molto. Quando ho iniziato ad allenare ho fallito perché ero troppo amico dei giocatori che allenavo. Tutti mi chiamavano Kloppo...

Klopp poi racconta la volta in cui cercò di motivare i propri ragazzi con riferimenti a Rocky e Ivan Drago ma il risultato fu sconfortante...

Dobbiamo tornare al 2011. La mia squadra, il Borussia Dortmund, giocava con il Bayern Monaco. Da 20 anni non si vinceva a Monaco. Ho sempre tratto ispirazione dai film, così ho pensato di motivare i miei ragazzi mostrando loro quelli di Rocky Balboa. Secondo me dovrebbero far vedere tutta la serie, Rocky 1, 2, 3 e 4, nelle scuole di tutto il mondo, insegnarla come l'alfabeto. Se guardate questi film e non avete voglia di scalare una montagna, c'è qualcosa in voi che non va. Quindi, la sera prima della sfida con il Bayern, ho raccolto tutti i miei giocatori in hotel per la riunione di squadra. I ragazzi erano tutti seduti. Tutte le luci erano spente. Dissi loro la verità della situazione: 'L’ultima volta che il Dortmund ha vinto a Monaco, la maggior parte di voi era ancora portava i pannolini'. Poi ho iniziato a mostrare alcune scene di Rocky IV sullo schermo. Quello con Ivan Drago. Un classico, secondo me. Dissi ai ragazzi: 'Vedete? Il Bayern Monaco è Ivan Drago. Il meglio di tutto! La migliore tecnologia! Le migliori macchine! È inarrestabile! Poi vedi Rocky che si allena in Siberia nella sua piccola capanna di tronchi. Sta abbattendo alberi di pino e portando tronchi attraverso la neve e correndo verso la cima della montagna. E ho detto ai ragazzi: 'Vedete? Siamo noi. Siamo Rocky. Siamo più piccoli, sì. Ma abbiamo la passione! Abbiamo il cuore di un campione! Possiamo fare l’impossibile'. Mi fermai per studiare la loro reazione. Mi aspettavo di vederli in piedi sulle sedie, esaltati e pronti a scalare montagne. Invece erano tutti fermi, spenti, vuoti. Mi guardavano come se fossi un pazzo. Allora ho capito. Aspetta, quando è uscito Rocky IV, 1980...? Quando sono nati questi ragazzi? Alla fine dissi: 'Aspettate un attimo, ragazzi. Per favore, alzi la mano chi sa chi è Rocky Balboa...'. Solo due mani si alzarono: quelle di Sebastian Kehl e Patrick Owomoyela. Tutto il mio discorso era stato sciocco! Avevo parlato di tecnologia sovietica e Siberia per 10 minuti, era la partita più importante della nostra carriera, ma non era servito a nulla!.

Jurgen Klopp scherza con il traduttore: "Scusa, ho parlato troppo..."

00:00:18

Premier League

Liverpool, il web si commuove: il papà solleva il figlio per guardare la ripresa degli allenamenti

20/05/2020 A 07:31
Champions League

Diego Simeone, 50 anni da Cholo. L'ultima impresa in panchina: come ha eliminato il Liverpool

28/04/2020 A 08:46
Contenuti correlati
CalcioPremier LeagueJürgen Klopp
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Ultime notizie

Bundesliga

Bundesliga, la 29a giornata in Diretta TV e Live Streaming: date, orari e news

DA 15 MINUTI

Nuovi video

Serie A

La Serie A riparte: l'annuncio di Spadafora

00:00:35

Più letti

Tennis

Chang avanza fino alla linea del servizio per rispondere, Lendl fa doppio fallo sul match-point

DA 11 ORE
Mostra più