14 punti di vantaggio sulla seconda in classifica nella Premier League inglese evidentemente non sono abbastanza per un perfezionista come Pep Guardiola: la notizia di oggi, che arriva dal "Daily Mail", è che il Manchester City, per rendere ancora più performante la propria compagine ha deciso di investire su un mini-team di astrofisici, con l'intento di ottenere il numero di dati più alto possibile, per poi analizzarli e sfruttarli per migliorare le prestazioni dei Citizens.
Sarebbero almeno 4 gli scienziati assoldati dal club di Manchester: questi entreranno a far parte dell'area dati della società inglese, solo una di quelle che si servirà di questa nuova fonte di dati (City Football Group). Tra gli altri 10 club ci sono anche il New York City FC, il Girona, il Troyes, oltre ad altre società minori in giro per il mondo.
Premier League
Superlega, la Premier fa le multe: 23 milioni alle sei "ribelli"
09/06/2021 A 14:52
Un ambiente calcistico basato sulla fisica è un luogo in cui apprendere attraverso la simulazione e per testare concetti tattici in modi sufficientemente solidi da consentire a un allenatore di mettere in gioco la sua carriera"
Brian Prestidge, direttore della tecnologia del City Football Group spiega la "mission" della sua iniziativa, ovvero monitorare le azioni dei singoli giocatori attraverso un tipo di tecnologia 3D che utilizza più telecamere.

Auguri Mazzone! Quando capì che Guardiola sarebbe diventato un top

Premier League
Cuore Aguero, saluta il City con orologi e una macchina allo staff
01/06/2021 A 14:27
Premier League
Brentford da sogno: è in Premier per la 1a volta nella sua storia
29/05/2021 A 16:40