L’Aston Villa dice no al Fantacalcio. Secondo quello che riporta il Daily Mail, il club inglese, per ordine del tecnico Dean Smith, ha proibito ai propri tesserati di giocare al Fantasy Premier League. La causa? Una fuga di notizie riguardante le condizioni fisiche del capitano Jack Grealish, che non ha giocato contro il Leicester per un infortunio. Nessuno doveva sapere del forfait, ma due giorni prima della gara non si parlava d'altro con alcuni compagni di squadra che alimentavano questi voci.
Il Fantasy Premier League ha un regolamento piuttosto semplice. Come per il nostro Fantacalcio, entro 90 minuti dalla gara inaugurale del weekend bisogna "mettere la formazione". L’utente Twitter FPL Insider si è accorto che molti addetti ai lavori dei Villans (fra cui i calciatori Matt Targett, Conor Hourihane e Neil Taylor) avevano tolto Grealish dall’undici-base, conoscendo le condizioni del compagno. Da qui l’arrabbiatura di Smith che, d’accordo con i vertici dell’Aston Villa, ha proibito ai propri tesserati di prendere parte al gioco. Una mossa – chiosa il tabloid – che potrebbe essere seguita a stretto giro anche dagli altri club di Premier League.
Premier League
Liverpool-Everton 0-2: Ancelotti condanna i Reds al 4° ko di fila
20/02/2021 A 13:48

Mourinho: "I miei metodi secondi a nessuno al mondo"

Premier League
Il City domina e batte 2-0 l'Aston Villa. Decidono Silva e Gundogan
20/01/2021 A 17:52
The Emirates FA Cup
Il baby Aston Villa dura un'ora. Liverpool spietato: 4-1
08/01/2021 A 21:54