Tornano i posti in piedi negli stadi del calcio inglese. O almeno così sarà, in parte, per chi vorrà sperimentare, dal prossimo 1° gennaio. Dopo passati 32 anni da quel 15 aprile 1989, quando 96 persone (diventate poi 97 qualche settimana fa), nello stadio di Hillsborough a Sheffield, perso la vita durante la semifinale di FA Cup tra il Liverpool e Nottingham Forest. Qualcuno, quel giorno, individuò nelle cause del disastro anche la tradizione britannica di seguire le partite in piedi. Da quel giorno, negli stadi della Premier League e di tutte le altre divisioni, furono vietati i posti in piedi.

La tragedia di Hillsborough del 1989: i fiori dei tifosi del Liverpool per le 96 vittime del 15 aprile

Credit Foto SID

Oggi la Sports Grounds Safety Authority, l’agenzia governativa preposta alla sicurezza negli impianti sportivi, ha autorizzato i club di Premier e Championship a proporre nuove formule che prevedano un ritorno al passato a partire dal 1° gennaio.
Premier League
Superlega, la Premier fa le multe: 23 milioni alle sei "ribelli"
09/06/2021 A 14:52
Un passo che sa di ritorno alla tradizione, specie a fronte di un ambiente decisamente più imborghesito e meno colorito rispetto a un tempo nel calcio inglese (questo, giusto dirlo, più per le politiche di prezzo sui biglietti che peri i posti a sedere o meno). Intanto a Londra alcuni impianti sarebbero già pronti a destinare aree specifiche ai tifosi che preferiscono seguire le partite nel cosiddetto «Standing». Il neonato stadio del Tottenham, costruito nel 2019, prevede già due aree che potrebbero essere convertite senza particolari problemi. Altre modifiche sono state già state apportate all’Old Trafford, sede del Manchester United, e all’Etihad Stadium, stadio dei campioni in carica del City. Così come cambiamenti sono stati approntati a Stamford Bridge, dove gioca il Chelsea, o nello stadio del Liverpool, per altro in questi giorni alle prese con la burocrazia per un nuovo ampliamento.

I nuovi seggiolini che permettono la visione in piedi con una barriera di protezione installati nello stadio del Manchester City

Credit Foto Getty Images

Si tratta dunque di piccole sezioni da alcune migliaia di posti ciascuna che sarebbero in grado di ospitare tifosi che preferiscono non sedersi durante l’incontro. La federazione ha fissato per il 6 ottobre il termine per presentare la domanda. Vediamo se il football d’Oltremanica, che negli ultimi anni fuori dagli impianti ha visto riemergere con un po' più di continuità qualche problema di ordine pubblico, sarà davvero pronto a tornare al passato.

Guardiola: "La Premier è il campionato più difficile di tutti"

Premier League
Cuore Aguero, saluta il City con orologi e una macchina allo staff
01/06/2021 A 14:27
Premier League
Brentford da sogno: è in Premier per la 1a volta nella sua storia
29/05/2021 A 16:40