Servono negoziati di pace e non gettare benzina sul fuoco. Certo, è difficile trovare dei climi distesi in questo periodo, ma il ct dell'Ucraina ha un po' esagerato. Ad un'intervista al Guardian, il ct Oleksandr Petrakov parla di imbracciare armi e andare a combattere. Anzi, di eliminare due o tre nemici. A 64 anni, però, è stato fermato dallo stesso Governo ucraino e dalle sue forze armate. Limiti anagrafici per potersi unire all'esercito regolare. Ecco che Petrakov ha deciso comunque di rimanere e Kiev e, se servirà, di scendere in campo con le armi. Poi l'intervista ha preso un'altra strada, col ct che torna in sé e parla della necessità dell'Ucraina di giocare qualche partita prima di affrontare la Scozia per negli spareggi per l'accesso ai Mondiali di Qatar 2022.

Non lascio Kiev. Pronto a combattere

È vero, ho 64 anni, ma potrei eliminare due o tre nemici. Mi hanno consigliato di andare nelle zone occidentali dell’Ucraina, ma ho rifiutato. Sono nato qui e non posso andar via dalla mia città. Non pensavo fosse corretto perché tante persone devono rimanere a difendere il Paese e io non voglio scappare. Se servirà, imbraccerò un’arma e difenderò Kiev. Mia moglie non sopporta più i bombardamenti e le esplosioni, quando può porta giù il cane. Io rimango a casa, ma preferirei combattere se potessi
Premier League
Abramovich, sospetto avvelenamento dopo negoziati Russia-Ucraina
28/03/2022 A 16:16

Dobbiamo fare delle amichevoli prima della Scozia

C’è il rischio che se qualcuno dice che il ritiro della Nazionale è cominciato, potrebbero bombardarci. Abbiamo a che fare con persone prive di morale e di principi, non potevamo mettere in pericolo i nostri giocatori. Dovremmo giocare, però, perché senza amichevoli sarà difficile per noi affrontare la Scozia agli spareggi per i Mondiali. Sarebbe bello farlo a Wembley contro una squadra di Londra. Ci servirebbe da preparazione e manderebbe anche un bel messaggio al nostro esercito

Sempre in contatto con i giocatori

Mi chiamano, mi chiedono di stare al sicuro. Mi dicono che non sopporterebbero l’idea che possa essere ucciso. Di certo qui è più facile che succeda. Inoltre tutti i loro genitori rimarranno in Ucraina e sono preoccupati

Odio i russi

Si tratta di odio contro i russi. Non è semplice rabbia. Le persone odiano chi invade la propria terra. Ci servirà tempo per tornare sereni, ma per ora c’è tanto odio. Ci attaccano da anni. Una partita contro la Russia un giorno? Non vorrei che ciò accada finché sono vivo, mi rifiuto di stringere la mano a qualcuno di loro. Dobbiamo costruire un muro e fare tutto il possibile per restare lontani

Medvedev: "Voglio la pace. Io senza bandiera? Anche ai Giochi..."

Calcio
Provocazione Russia: si candida per Euro 2028 o 2032
23/03/2022 A 18:12
Qualificazioni Mondiali Europa
Il Tas dice 'no' alla Russia, è fuori da play off
18/03/2022 A 12:15