Dallo stadio Tardini di Parma, dove domani sera si giocherà la gara di qualificazioni mondiali tra Italia e Irlanda del Nord, Roberto Mancini, tecnico della Nazionale, ha presentato così in conferenza stampa la sfida: "Speriamo sia un ambiente magico, credo lo sia sempre. Poi ci sono dei momenti più difficili, più felici. Rappresentiamo comunque una grande Federazione, che ha vinto quattro Mondiali. Penso sia sempre bello", le sensazioni prima di intraprendere un'altra grande avventura.

Su Donnarumma

"Non sono preoccupato, i ragazzi sono abituati (si parla della questione rinnovo, ndr). Gigio è più esperto rispetto all'Europeo Under21, non mi preoccupa più di tanto. La concentrazione sarà su quell'obiettivo. Le regole ci sono sempre, non dobbiamo trovare regole speciali per questo, ci sono sempre".
Qualificazioni Mondiali Europa
Mancini: "Fiducioso di avere gli interisti. De Rossi ci serve"
22/03/2021 A 15:12

Sulla lettera di Prandelli

"Rispetto la sua scelta ma non posso entrare dentro perché non so veramente nulla. È una brava persona".

Sulle qualificazioni al Mondiale

"Di per sé sarà una cosa molto importante, sarà la prima, la più difficoltosa. Arriva dopo tanti mesi, sarà quella più insidiosa che affronteremo a Parma. Ci sarà da stare molto attenti, concentrati, è sempre meglio iniziare con il piede giusto".

Sulla formazione

"Non ho dubbi, forse uno. Stiamo valutando il resto per vedere, troviamo oggi i ragazzi dell'Inter, abbiamo avuto qualche problema, valutiamo per la panchina".

Sull'Irlanda del Nord

"È tipicamente britannica, bravi nel contrattacco. Dovremo non prendere rischi, ci saranno spazi ridotti soprattutto all'inizio. Come fisicità sono anglosassoni, ma il loro gioco è un po' diverso, è una squadra che difende molto bene, non concede molti spazi, è molto brava nei contropiedi. Però nelle qualità fisiche e tecniche c'è questo".

Su Barella

"Conosce la squadra, ha iniziato con noi. Abbiamo fatto un allenamento un po' più intenso, quello di concetto era di ieri. Non ha perso molto, decidiamo poi domani sull'impiego".

Sul calendario fitto

"È un po' un problema, tre gare così intense, per le qualificazioni a Qatar2022... Non è semplice. Però è anche vero che questa squadra ha una certa mentalità, negli ultimi due anni è sempre molto concentrata. Loro sanno benissimo, per esperienza, che iniziare bene il gruppo sarà importante".

Sull'obiettivo Mondiale

"In questi cinque mesi mi sono riposato, energie ne ho e mi mancava molto. L'obiettivo sono le qualificazioni, dopo queste tre partite vedremo l'Europeo. Il nostro focus è questa partita di domani".

Mancini: "Servono rose più ampie agli Europei"

Euro 2020
Il Governo ha detto sì: 25% di pubblico all'Olimpico
13/04/2021 A 16:18
Euro 2020
Gravina: "Tifosi all'Olimpico? L'Italia deve dire sì"
13/04/2021 A 15:55