Gianluigi Buffon, in un'intervista rilasciata a La Stampa, racconta il momento che sta vivendo tra il Parma in Serie B e il sogno ormai svanito di una convocazione in azzurro in vista del Mondiale in Qatar. Il portiere si sofferma poi sul ct Roberto Mancini e spiega come siano cambiate rispetto agli anni scorsi sia la Serie A che la B, entrambe senza una vera squadra trascinatrice. Infine, impossibile dimenticare quel Real Madrid-Juventus 1-3, con il rigore dato all'ultimo minuto ai Blancos e con cui Cristiano Ronaldo ristabilì la 'legge del Bernabeu'. In quell'occasione, Buffon fu espulso per reiterate proteste nei contronti dell'arbitro. Le parole del portiere:
"Se l’Italia si fosse qualificata, non credo sarei stato convocato. La meritocrazia è dalla mia parte, ma ci sono altri discorsi a cui dare precedenza e rispetto: considerate le scelte degli ultimi anni, è giusto così. Mancini? E’ stato l’artefice principale del rinascimento vissuto con l’Europeo, ma dopo una batosta così qualche responsabilità ce l’ha anche lui. C’è modo e modo di uscire, se perdi ai rigori con il Portogallo nessuno può rimproverati, dopo la caduta con la Macedonia del Nord ripartire è più duro: alle prime difficoltà potrebbero tornare i fantasmi, riaffiorare i capi di imputazione. Diciamo che l’equilibrio è sottile".

LE DIFFICOLTA' DEL PARMA

Qualificazioni Mondiali Europa
Mancini non molla Immobile: continuerà a chiamarlo in Nazionale
12/04/2022 A 10:10
"Un po’ di incazzature perché le cose non sono andate come pensavamo: diciamo che è stato un anno utile per prendere la mira. E poi conferme che cercavo, perché ho fatto cose pregevoli. Divertiamo. Emozioni forti. Avversari e stadi inediti come Terni, Cittadella, Cosenza. Alla fine tra A e B non c’è così tanta differenza".
Alla fine tra A e B non c’è così tanta differenza.

ITALIA: DA CHI RIPARTIRE?

"Donnarumma ha vissuto un momento difficile: dopo momenti così non ti concedono più sbavature ma con la sua bravura non avrà altri impicci. Per la ripartenza Azzurra mi ha colpito Tonali per la sua crescita".

LA PARTITA DA RIVIVERE

"Real Madrid-Juventus 1-3, quella del rigore di Cristiano Ronaldo in Champions. Siamo stati eliminati ma ho provato emozioni incredibili, mi sono sentito orgoglioso di essere capitano di quella Juve".

Buffon: "Ragiono solo da calciatore, non voglio pensare al dopo"

Qualificazioni Mondiali Europa
Mancini: “Dobbiamo aver voglia di cercare nuove vittorie”
11/04/2022 A 15:01
Qualificazioni Mondiali Europa
Ucraina, il ct Petrakov: "Odio i russi, pronto a combattere"
01/04/2022 A 21:59