Premessa, doverosa. La FIFA non ha previsto l’utilizzo del VAR nelle qualificazioni al Mondiale di Qatar 2022. Una scelta che per le partite casalinghe di San Marino, Andorra, Gibilterra o Far Oer mi è sembrata comprensibile - costi eccessivi per risultati scontati -, mentre per il resto dei match direi proprio di no. In più, aggiungo che per valutare a tutto tondo la prestazione di un direttore di gara è necessario prendere in considerazione l’intera partita, non solo l’errore passato alla cronaca. Molto spesso, decidere in una frazione di secondo non è facile, ed è per questo che la tecnologia dovrebbe arrivare in soccorso. Premessa finita.
Stadio Marakanà di Belgrado e stadio Ataturk di Istanbul. Cristiano Ronaldo e Matthijs de Ligt. Due gol regolari non convalidati. Un polverone nato per colpa della FIFA, che ha deciso di non utilizzare il Video-Assistant Referee (VAR) durante le qualificazione al Mondiale 2022. In alcuni stadi, manca addirittura la Goal-Line Technology (GLT).
Le polemiche nate dopo la mancata convalida del gol di Cristiano Ronaldo durante Serbia-Portogallo, una rete che valeva tre punti per i lusitani, hanno gettato Makkelie (direttore di gara) e Mario Diks (assistente) nell’occhio del ciclone. Ma la colpa non è loro. Lo abbiamo sempre detto: gli arbitri possono sbagliare. Non sono macchine. Le macchine non sbagliano, ed è per questo che andrebbero usate. Stiamo parlando di qualificazione al Mondiale di calcio, ovvero la più importante competizione al mondo per Nazionali. Sbagliare l'interpretazione di un fallo è perfettamente comprensibile, non vedere una palla che scavalca la linea di porta, no.
Qualificazioni Mondiali Europa
De Ligt, gol fantasma alla Muntari: l'arbitro è Oliver
24/03/2021 A 20:31

Ma c’è di più

Durante la telecronaca di Bulgaria-Italia, i commentatori Rai hanno detto che dove c’è, la GLT viene usata. Ad esempio, a Parma per Italia-Irlanda del Nord era attiva. Stephanie Frappart, durante Olanda-Lettonia terminata 2-0, indossava il classico orologio che entra in azione in caso di gol dubbio (come vedete nella foto in basso). Luca Marelli, ex arbitro e massimo esperto in materia, ha detto che secondo le sue fonti, esiste la possibilità che la GLT venga utilizzata tramite accordo scritto tra le due federazioni. Ci si incontra e si decide che si, la GLT può essere usata. Oppure no, per questa partita ne facciamo a meno (sempre negli stadi abilitati).
Se così fosse, questo sarebbe un discreto autogol da parte della FIFA. Già di per sé opporsi a VAR e GLT sembra una follia, ma lasciare questa libertà tecnologica alle federazioni va decisamente oltre a tutto ciò per cui la tecnologia nel calcio è stata implementata: l’uguaglianza di trattamento e un aiuto per direttori di gara e assistenti. Sotto è riportata la giustifica della UEFA, ma il dubbio rimane.
https://i.eurosport.com/2021/03/29/3019920.jpg

Come si giustifica la UEFA?

Come riporta Associated Press, la federazione europea ha spiegato che avrebbe voluto utilizzare il VAR durante queste qualificazioni, ma è risultato "troppo complicato" per via della situazione sanitaria.
"Nel 2019, la UEFA ha proposto alla FIFA l’implementazione del VAR nelle qualificazioni ai Mondiali" ha affermato la UEFA in un comunicato. "L’impatto della pandemia sulle possibilità operative e logistiche ci ha costretti a ritardare tale implementazione sia nella fase a gironi dell’Europa League, sia nelle qualificazioni europee per Qatar 2022. Il VAR non era in uso anche nella fase a gironi della UEFA Nations League nell’autunno del 2020 e quindi fino ad oggi non è mai stato utilizzato nelle partite della fase a gironi di qualificazione per squadre nazionali UEFA", ha aggiunto la federcalcio continentale.

Morata: "Ronaldo è deluso ma alla Juventus sta bene"

Qualificazioni Mondiali Europa
Italia mai così in alto da 7 anni: ora è 7a nel Ranking
07/04/2021 A 12:24
Qualificazioni Mondiali Europa
Fascia CR7 gettata a terra venduta all'asta per 64.000 €
02/04/2021 A 13:04