Francesco Totti e la Roma, un amore burrascoso, ma pur sempre amore. E così, dopo gli ultimi anni di carriera difficili e il periodo a seguire da dirigente, le strade della bandiera giallorossa e del club si sono separate: con la vecchia proprietà, infatti, non c'era un buon rapporto. Ma come spesso siamo abituati a fare per il calcio, bisogna dire che "certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano" e l'amore del Pupone per la Roma non si è mai sopito.

Adesso che c'è una nuova proprietà, non è escluso di poter vedere di nuovo Totti a Trigoria, benché lui ora abbia messo in piedi un'agenzia che segue gli interessi di diversi giocatori; almeno da parte dell'ex attaccante, comunque la volontà di pensarci ci sarebbe. Lo ha detto lui stesso, infatti, a BoboTV, chiacchierando con Christian Vieri, Lele Adani e Antonio Cassano.

Serie A
Fonseca: "Non credo a un Milan in crisi"
36 MINUTI FA
Ancora non è successo, ma se dovessero chiamarmi i Friedkin, sicuramente mi metterei seduto a parlare con loro.

"Ma in questo momento ho intrapreso questo percorso - prosegue - e voglio portarlo a termine, altrimenti non sarei in pace con me stesso. Ho messo su una squadra di grandi persone, mi sentire uno schifo a lasciarli in mezzo alla strada".

Da esterno, Totti vive la Roma da tifoso, mentre lavora per potersi riavvicinare un giorno: "Mi incavolo vedendola. Spero con il mio nuovo lavoro di portare dei giocatori di livello alla Roma come avrei voluto fare da dirigente. Questo lavoro? Non mi aspettavo di farlo. Mi sarei aspettato di rimanere alla Roma per sempre, ma poi sono stato messo con le spalle al muro e spero di aver fatto la scelta migliore adesso".

Pur di non andare via dalla Roma mi sarei ammazzato.

Totti, infatti, aveva un'idea precisa di ciò che avrebbe voluto fare e che invece non gli è stato concesso: "Il direttore tecnico con potere decisionale sarebbe stato l'ideale. Non pretendevo un potere assoluto, ma solo di poter decidere sui giocatoriCredo che avrei potuto dare di più di qualche dirigente, ma non venivo preso in considerazione".

Quel giorno in cui Fabio Capello ispezionò la camera di Francesco Totti in cerca di ragazze

Serie A
Mihajlovic: "Sanremo? Canterò meglio di Ibrahimovic"
UN' ORA FA
Serie A
Bologna-Lazio 2-0, le pagelle: Immobile stecca, brilla Sansone
2 ORE FA