In Italia l’abbiamo visto con le maglie di Inter e Milan, e seguito attraverso la sua trasformazione da Ronaldo alla sua controfigura di Ronaldone: all’interno di un’intervista concessa alla Folha de Sao Paulo, l’ex-fenomeno della nazionale brasiliana ha raccontato un curioso retroscena della sua vita da calciatore, ammettendo di aver avuto il vizietto dell’alcol anche quando era al top della carriera.

Quando ero un giocatore, dovevo nascondere la birra perché non scoprissero che bevevo. Allora, la mettevo dentro le lattine di Guaraná per camuffarla.
Serie A
Probabili formazioni della 6a giornata: ok Rebic
14 MINUTI FA

Ronaldo Luís Nazário de Lima

Credit Foto Imago

Inoltre, Ronaldo ha espresso alcuni progetti che vorrebbe mettere in pratica nel prossimo futuro, dalla proprietà di un club minore in Spagna o Inghilterra all’idea di arrivare, un giorno, alla presidenza della federcalcio brasiliana.

Sarebbe un grandissimo onore poter presiedere alla federcalcio del mio paese, ma prima vorrei provare l’esperienza di gestire un club. Sto pensando di comprare una squadra di seconda divisione in Spagna o in Inghilterra, e vorrei fare qualcosa di innovativo. Mi sento preparato per questa avventura.
Serie A
Inter senza Lukaku: tutte le alternative di Conte
2 ORE FA
Serie A
Ronaldo guarito dal Covid: potrebbe rientrare subito
2 ORE FA