Era finito in ospedale negli ultimi giorni del 2020, poi l'intervento al cuore e la ripresa. L'ex presidente della FIFA, Joseph Blatter, ha trascorso una settimana in coma artificiale a seguito dell'intervento al cuore, ma ora ha lasciato la terapia intensiva. Lo riferisce la figlia Corinne in un'intervista rilasciata ai media svizzeri: "Fa progressi quotidiani, piccoli passi ma costanti". Lasciare il reparto di terapia intensiva è stato un "segno abbastanza importante dal punto di vista psicologico. I medici sono contenti delle sue condizioni, ma c'è ancora un lungo lavoro da fare". L'84enne Blatter era risultato positivo al coronavirus a novembre, poi a dicembre il ricovero con le condizioni dell'ex numero 1 della FIFA che non erano delle migliori. L'intervento al cuore, ha poi spiegato Corinne, è stato più "complicato e pericoloso" di quanto si pensasse. Blatter è sotto indagine penale in Svizzera dal 2015. Sua figlia ha detto di non essere a conoscenza dell'ultimo caso intentato contro di lui dalla FIFA per "sospetta cattiva gestione finanziaria" in relazione al suo museo di Zurigo. "Teniamo queste cose negative lontano da lui il più a lungo possibile", ha concluso.

Tavecchio è tornato: la sua conferenza show nel 2017

Calcio
Superlega, i rischi: FIFA e UEFA stroncano Real Madrid e Barcellona
22/01/2021 A 11:07
Calcio
Superlega, Fifa dura: "Chi vi prenderà parte escluso dai Mondiali"
21/01/2021 A 12:33
Calcio
L'ex presidente della FIFA Joseph Blatter ricoverato in ospedale
07/01/2021 A 23:31