"Sono onorato di essere qui e di giocare con uno dei club più titolati del mondo. Sono emozionato, molto emozionato, voglio allenarmi duro ed essere parte della squadra. E divertirmi in questi mesi. Ho giocato nel più grande club in Inghilterra, nel più grande in Spagna e voglio giocare nel più grande club italiano. ci sono così tanti grandi giocatori, è un club incredibile". Queste le primissime parole 'italiane' di David Beckham, appena giù dalla scaletta dell'aereo privato che l'ha condotto questa mattina a Malpensa.
Lo 'Spice Boy' rimarrà in prestito al Milan fino a inizio marzo, al termine di una trattativa che lo stesso Adriano Galliani ha definito pressoché estenuante. "Abbiamo risolto problemi infinitamente più grandi di quando acquisici un giocatore - ha rivelato l'ad del Milan - e risolvere problemi con la Lega americana, i Galaxy, tutto l'entourage di Beckham... è stata una cosa di complessità incredibile e abbiamo dovuto far intervenire anche il presidente della Figc Abete".
Serie A
Beckham: ok le prime visite mediche
20/12/2008 A 09:20
"E' un professionista molto serio - ha aggiunto poi il tecnico rossonero Carlo Ancelotti -; gli diamo il benvenuto, società, tifosi e squadra. Può ricoprire tutte e tre i ruoli del centrocampo, se ne diranno tante sul suo conto, ma l'importante è che si alleni bene. E, se meriterà di giocare, giocherà. Operazione strana? Solo perché non è mai successo, ma io sono personalmente molto contento del suo arrivo".
Calcio
Miss Beckham gelosa di Ilaria
19/12/2008 A 09:44
Serie A
Ringhio "Beckham? Una roba strana"
17/12/2008 A 17:21