Gli episodi da moviola più controversi della 34° giornata di Serie A
SAMPDORIA-JUVENTUS 0-1 (Valeri di Roma2): Regolare la posizione di Vidal in occasione della rete del vantaggio bianconero nel primo tempo. Dubbi nel finale della ripresa per un presunto fallo di mano di Silvestre, sul colpo di testa di Bonucci. Il direttore di gara lascia correre, le immagini non chiariscono del tutto.
SASSUOLO-PALERMO 0-0 (Pezzuto di Lecce): Alla mezz'ora proteste dei rosanero per un contatto Acerbi-Dybala in area. Il direttore di gara lascia correre ed assegna solo un angolo, la decisione sembra corretta visto che l'intervento del difensore neroverde non sembra falloso.
Serie B
Venezia, si scatena Pohjanpalo. Il Modena batte anche la SPAL
UN GIORNO FA
ROMA-GENOA 2-0: (Damato di Barletta). Al 10' Niang è lanciato verso la porta ma viene fermato per fuorigioco. Decisione giusta, così come quella di annullare, sempre per offside, il gol di De Rossi al 25'. Nella ripresa, al quarto d'ora, Bertolacci reclama il rigore dopo un contatto con Nainggolan in area giallorossa: il genoano è in anticipo sull'avversario, ma cade senza fallo. Alla Roma manca invece un penalty cinque minuti dopo: Torosidis cade in area 'toccato' da Roncaglia e viene ammonito per simulazione. Le immagini però sembrano evidenziare un possibile contatto da rigore.

2015, Torosidis, Damato, Roma-Genoa, LaPresse

Credit Foto LaPresse

INTER-CHIEVO 0-0 (Guida di Torre Annunziata): l'arbitro è Guida. Palacio e Guarin fermati in due occasioni per fuorigioco nella ripresa: ma in entrambi i casi la loro posizione era regolare.
FIORENTINA-CESENA 3-1 (Doveri di Roma): E' netto il fallo di Mudingayi che in spaccata stende Borja Valero, sanzionato con il rigore per la Fiorentina. In avvio di ripresa Rodriguez scatta in posizione sospetta ma la sua conclusione si spegne fuori: dalle immagini, l'attaccante dei romagnoli non era in fuorigioco.
ATALANTA-LAZIO 1-1 (Orsato di Schio). Dopo due minuti protestano i biancazzurri per un contrasto Keita-Masiello in area bergamasca: l'arbitro lascia correre e fa bene a non concedere il rigore.
VERONA-UDINESE 0-1 (Cervellera di Teramo). Al 5' annullato a gol a Thereau: anche le immagini confermano il fuorigioco dell'attaccante dei friulani. Mancano due rigori ai gialloblù per un fallo di Bubnjic su Toni nel primo tempo e per un tocco di mano di Danilo su cross di Agostini nella ripresa. Il Verona chiude la gara addirittura in nove: giusto il rosso diretto a Sala per l'entrata a piedi uniti su Thereau, severo il secondo giallo sventolato a Marquez per proteste nel finale. Sulla rete di Di Natale, Widmer è in leggera posizione di fuorigioco.
NAPOLI-MILAN 3-0 (Arbitro Mazzoleni di Bergamo): Pronti via è subito giusta la decisione di Mazzoleni di espellere dopo 42” De Sciglio che con un tackle scivolato sciagurato aggancia nettamente Hamsik a tu per tu con Diego Lopez. L’occasione da gol è chiara e il cartellino rosso sacrosanto. Il terzino rossonero entra nella storia della Serie A dalla parte sbagliata diventando il calciatore a rimediare l’espulsione più rapida nella storia della Serie A. Cancellato il primato di Luis Oliveira che in Reggina-Cagliari della stagione 1998-99 fu espulso dopo 50” di gioco. Nel secondo tempo Hamsik è in fuorigioco sul cross di Maggio dalla destra che Paletta per poco non trasforma in autogol colpendo il palo. Sempre nella ripresa potrebbe esserci un secondo rigore per il Napoli per una evidente trattenuta in area di Paletta sul neo entrato Gabbiadini. L'arbitro in questo caso lascia correre.

Visual De Sciglio, Eurosport

Credit Foto Eurosport

Calciomercato
Nainggolan potrebbe tornare in Italia a gennaio: il Monza ci pensa
28/11/2022 ALLE 14:54
Calciomercato
L'Anversa scarica Nainggolan: "Non giocherà più nel nostro club"
13/11/2022 ALLE 22:10