Vergogna! Obiettivamente ci viene in mente solamente questa parola per descrivere quanto accaduto a Roma nelle ultime ore, quando alcuni "tifosi" (difficile continuare a definirli così), del club giallorosso hanno imbrattato con queste scritte (insulti, ma soprattutto minacce) alcuni muri vicino alla casa dei genitori di Alessio Romagnoli, ad Anzio.
Il difensore italiano, appena passato dalla Roma al Milan per circa 25 milioni di euro, è stato preso di mira da questi supporters giallorossi forse anche per la sua confessata fede laziale. Ma è sempre difficile commentare, capire e accettare simili atteggiamenti violenti e assolutamente deprecabili, riprorevoli e inqualificabili per una semplice appartenenza di tifo a livello calcistico. Ovvero di sport, perché alla fine parliamo sempre di un gioco.
Serie A
L'evoluzione del numero dieci: da Pirlo a Pelé, passando per Zidane
09/05/2020 ALLE 14:31
"Presto il tuo funerale", o "Romagnoli come Zanardi" (con chiaro riferimento alla possibilità che il ragazzo possa perdere le gambe come il mitico campione bolognese, simbolo e orgoglio italiano di lealtà e coraggio in tutto il mondo, ndr) le due scritte peggiori. Che tristezza infinita...
Serie A
L’evoluzione del mediano: da Lodetti a Gattuso
14/07/2015 ALLE 09:26
Serie A
30 anni fa Milan-Steaua 4-0: il capolavoro del Milan di Sacchi, la squadra che incantò l'Europa
24/05/2019 ALLE 07:52