Niente da fare. Paulo Dybala non recupera in tempo per la sfida di sabato sera tra Milan e Juventus. La notizia era nell’aria, ma la conferenza stampa di Massimiliano Allegri ha definitivamente sgombrato il campo da ogni dubbio. “Non sarà della partita – ha annunciato il tecnico bianconero – anche se non è detto che saranno titolari Morata e Mandzukic”.
Al Milan furono scudetti diversi
Allegri sa bene che quello di Milano sarà uno degli ultimi snodi cruciali che lo separano dal secondo scudetto consecutivo, dal terzo in carriera. Il primo fu proprio in rossonero: “Differenza non ce n’è, perché quando si vince è sempre una grande soddisfazione. Al Milan fu il primo scudetto dopo sette anni, mentre alla Juventus siamo arrivati dopo che se ne erano vinti tre di fila. Però l’importante è sempre vincere. Tornare a San Siro? Ho passato tre anni e mezzo meravigliosi al Milan e ora sto passando un periodo altrettanto bello della mia carriera. C’è ancora da fare molto. Lo scudetto non è matematico e ce ne giochiamo un bel pezzo a San Siro”.
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (21/06)
21/06/2021 A 21:22
Non abbiamo ancora fatto niente
Il tecnico bianconero vuole tenere alta la tensione: “Dopo questa partita ci mancheranno due trasferte e quattro match interni. Non abbiamo fatto nulla, però sembra che abbiamo già vinto lo scudetto. Questo potrebbe creare un abbassamento di tensione, ma non lo creerà sicuramente. In primis lo sanno i giocatori, perché sono dei ragazzi responsabili”.
Noi aiutati? Non commento...
"Juve aiutata? Non commento - prosegue Allegri -, non dobbiamo distrarci ma pensare solo ad avere ben chiaro l'obiettivo del quinto scudetto consecutivo. I nostri sono numeri belli ma per farli diventare straordinari dobbiamo vincere scudetto e Coppa Italia".

I 5 giocatori su cui puntare al Fantacalcio:

Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (17/06)
17/06/2021 A 20:06
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (07/06)
07/06/2021 A 21:12