Non si tratta di mettere le mani avanti, come in tanti hanno sospettato, quanto piuttosto di voler render ancora più evidenti i meriti del lavoro svolto fin qui. “Fatturato”, la parola chiave. Quella pronunciata da Maurizio Sarri, e avvallata ieri anche dal presidente del Palermo Zamparini, per spiegare come la Juventus in Italia sia quasi inaffrontabile. Quel “quasi”, peró, è stato esplicitato alla perfezione dallo stesso allenatore del Napoli dopo la recente vittoria contro il Carpi: “Se il bel gioco può sopperire alle differenze di fatturato? Il calcio è come la vita: a volte siamo contenti con pochi soldi, ma alla fine i soldi un po’ aiutano. La Juventus sta facendo cose straordinarie, perché non è sempre detto che chi spende di più faccia bene: ha grandissimi meriti, ma se si parla di numeri e questi si mettono in discussione, allora bisognerebbe riscrivere le leggi della matematica”. Numeri in effetti veri e lampanti, che oltre a dar ragione a Sarri e pregio al suo eccezionale lavoro, rendono ulteriore lustro a un club forte, potente e di alto profilo come la Juventus.
https://i.eurosport.com/2016/02/10/1792709.jpg

La differenza la fanno Stadium e diritti tv

MLS
Higuain, dal gol annullato alle lacrime: l'emozionante addio del Pipita
18/10/2022 ALLE 08:50
La Juventus, in media, da quando è tornata in Serie A insieme al Napoli (2007/08) fattura più del doppio degli azzurri. Dal 168 -88 del primo anno di De Laurentiis nel massimo campionato al 324-126 milioni di euro del 2014/15. Quasi il triplo. Non è certo una scoperta clamorosa quella di Sarri, visto che sono note a tutti le potenzialità economiche di un club ricco e solido, abituato a comandare in Italia e a mostrare il proprio valore anche in Europa. Andando a vedere nel dettaglio e sfruttando anche il prezioso contributo del Report Deloitte Football Money League, è immediato scoprire cosa rendono così differenti, attualmente le due società: i diritti televisivi e soprattutto lo Stadium. Per capirne ancora di più la strategica importanza date un’occhiata a quanto aumenta il fatturato bianconero dal 2012/13, stagione successiva alla prima (2011/12) con il nuovo stadio della Juve.
https://i.eurosport.com/2016/02/10/1792708.jpg

Napoli: i conti sono sempre ok, la Juve è migliorata

Attenzione, però, a sottovalutare il Napoli. Stiamo parlando delle due società più solide economicamente d’Italia, abituate ormai da anni ad essere presenze fisse in Europa e con bilanci in regola. Quello della Juve proiettato all’investimento continuo, anche grazie all’enorme bacino di tifosi in Italia e nel Mondo, quello del Napoli in grado di sfruttare i premi Uefa e alcune cessioni molto remunerative (Cavani e Lavezzi i banali esempi). Fatto sta che la Juventus negli anni ha portato il proprio risultato d’esercizio da un -95 milioni di euro del 2010/11 al positive +2 dell’ultimo bilancio 2014/15. Una crescita clamorosa. E il Napoli di De Laurentiis, sempre attento ai propri conti, dopo sette stagioni consecutive in attivo, ha chiuso il 2014/15 in negative di 13 milioni, che sarà sicuramente “ripianato” con il prossimo (e quasi certo) accesso alla Champions 2016/17.
https://i.eurosport.com/2016/02/10/1792710.jpg

Rosa e stipendi: i bianconeri valgono molto di più

Insomma, due club virtuosi, che possono anche permettersi alcuni dei migliori giocatori al Mondo, come lo sono in questo momento Higuain e Dybala. Certo, anche il confronto complessivo tra la rosa della Juve e quella dei partenopei ha differenze sensibili. I bianconeri, in totale, guadagnano il doppio degli azzurri (198 milioni a 95) e hanno un valore di mercato di 126 milioni di euro superiore a quello dei rivali per lo Scudetto 2016. Quindi, una sfida impari? No, tutt’altro. Bisogna aver la necessaria capacità di comprendere quanto il Napoli sia cresciuto negli anni: il valore della rosa non superava i 90 milioni nel 2006/07, ora siamo a 360; il fatturato da 88 è arrivato a 126. Dalla Serie C ad oggi, gli azzurri hanno fatto progressi impensabili, anche a livello economico. E la stessa Juventus va elogiata, visto che è riuscita ad acquistare ancor più solidità. Ed è proprio qui che si devono spegnere le presunte polemiche e si deve accendere l’entusiasmo per la super sfida di sabato: per il Napoli già presentarsi davanti in classifica allo scontro diretto con un colosso come la Juventus, deve essere solo motivo d’orgoglio. Per i bianconeri la consapevolezza di saper incutere timore a qualsiasi avversario.
+++
MLS
Higuain: "Con la Juve ho vinto ma a Napoli ho vissuto momenti indimenticabili"
07/10/2022 ALLE 15:20
MLS
Punizione pazzesca di Gonzalo Higuain: sassata sotto l'incrocio
28/08/2022 ALLE 08:50