Inter, Suning tenta Conte che vorrebbe tornare in Italia

Il day after il ko con la Roma, Repubblica rilancia una notizia già circolata qualche settimana fa che vorrebbe Antonio Conte pronto a lasciare il Chelsea da vincitore e tornare in Italia dove vive ancora la sua famiglia. Una scelta di vita insomma per l'ex ct Azzurro che non si sarebbe ambientato del tutto a Londra e desideroso di tornare a "casa". Suning, nello specifico, avrebbe cominciata già da tempo a stringere i primi contatti con l'allenatore pugliese consapevole che oltre a grandi colpi di mercato serva anche un grandissimo manager in panchina.
  • La nostra opinione: Notizia ovviamente ripresa dopo il pesante ko interno con la Roma figlio anche di errori tattici abbastanza evidenti di Pioli. Notizia comunque non nuova, e questo vuol dire che qualcosa - i contatti allacciati da Suning con Conte - esiste realmente. Certo, resta complicato capire il perché uno come Conte dopo quello che ha costruito a Londra dovrebbe lasciare l'opera incompiuta, senza aver disputato la Champions e senza poter attingere a pieni mani alle risorse economiche di Abramovich nel prossimo mercato. Se però sono vere le voci di una sua nostalgia per Italia e soprattutto famiglia, del suo non totale ambientamento a Londra, ecco allora che qualcosa potrebbe realmente succedere. La storia, vedi Marcello Lippi (all'epoca miglior tecnico in circolazione), insegna però che l'ambiente interista ha una certa allergia per chi ha sangue bianconero, e anche uno come Conte (forse il miglior tecnico in circolazione oggi) farebbe comunque fatica a convincere un popolo difficile come quello interista.
Premier League
Conte: "Eriksen? Quest'estate ho avuto paura, per lui porta..."
08/01/2022 A 21:35

Juventus: idea Bernardeschi, la Fiorentina prova a blindarlo

Primi sondaggi bianconeri per l'asso Viola, su cui ci sono anche Inter e Chelsea. Bernardeschi in scadenza nel 2019 non ha ancora rinnovato, anche se i Della Valle proveranno a blindarlo fino al 2021. Inserendo però una clausola.
  • La nostra opinione: Alla fine Bernardeschi rinnoverà con la Viola, per rispetto e gratitudine, ma è chiaro che prima o poi lascerà Firenze per una Big. E' il suo destino, quello di uno dei maggiori e migliori prospetti italiani a disposizione. E la clausola, come ormai abbiamo cominciato a imparare anche in Italia, è solo il preludio a una cessione futura, nel breve o comunque non lunghissimo periodo, che porti soldi (tanti possibilmente) a una societa a cui il giocatore non vuole fare torti lasciandola a parametro zero.

Sousa-Fiorentina, c'è aria di addio immediato

Aria tesa a Firenze, come riporta la Gazzetta dello Sport, con Paulo Sousa a rischio esonero già stasera dopo il monday night col Torino. Il destino del portoghese è appeso a un filo, mentre in città non si respira un buon clima dopo il clamoroso ko di Europa League di giovedì scorso.
  • La nostra opinione: La sensazione è che indipendentemente dal risultato col Torino, il tecnico lusitano non finirà la stagione sulla panchina Viola. Troppo bruciante il ko di giovedì scorso, troppe delusioni e la sensazione di aver già finito la stagione a febbraio. Avventura finita per il profeta portoghese a Firenze, si aspetta solo di capire quando verrà data l'ufficialità.
Premier League
Conte: "Eriksen? Per lui porte sempre aperte"
07/01/2022 A 20:50
Calciomercato
Pace Lukaku-Tuchel e il Chelsea ribadisce: "Nessuna cessione"
03/01/2022 A 20:52