Genoa

Mattia PERIN 5 - Sciagurata, seppur figlia di un comprensibile nervosismo, l'espulsione che gli costerà la squalifica. Incolpevole sui gol subiti, in 90 minuti non era praticamente stato impegnato.

Calciomercato
Donnarumma e Calhanoglu, il Milan lavora ai rinnovi
01/12/2020 A 07:47

Armando IZZO 5,5 - Fondamentale in una chiusura che impedisce a Quaison di calciare verso Perin, molto meno deciso nelle azioni dei gol del Palermo. Qualche colpa ce l'ha pure lui. Suo, al contrario, l'assist per il 2-1 di Simeone (dal 92' Goran PANDEV s.v.)

Nicolas BURDISSO 5 - Dopo un buon inizio, fatto di leadership e chiusure, perde la bussola: in marcatura è poco deciso sia su Quaison che su Goldaniga.

Ezequiel MUÑOZ 5,5 - Anche lui in difficoltà quando il Palermo attacca nella sua zona. A inizio ripresa rischia di combinare un pasticcio con uno svirgolone che mette in difficoltà i compagni.

Darko LAZOVIC 6,5 - Meno ispirato rispetto alla gara di giovedì contro la Fiorentina, da lui decisa. Anche se qualche buon cross per Simeone e qualche conclusione pericolosa li effettua comunque.

Isaac COFIE 6 - Ottima presenza fisica davanti alla difesa, almeno per buona parte della gara. Spesso chiamato in causa, è prezioso in fase di pressing e distribuzione del gioco. Perde però il contrasto da cui nasce l'1-1.

Miguel VELOSO 6 - Rimane in campo meno di mezz'ora: fraseggi di buon livello, elegante l'uscita palla al piede. Un infortunio lo manda ko (dal 29' Oliver NTCHAM 4,5 - Pessimo il suo ingresso in campo. Tante le difficoltà nell'organizzare il gioco, pochissimo il filtro difensivo, una marea le giocate sbagliate e i palloni persi)

Diego LAXALT 5,5 - Tanta corsa, tanta volontà, ma stavolta a essere scarsa è la precisione, sia quando serve Simeone davanti al portiere che quando calcia dal limite (dal 62' EDENILSON 5,5 - Dà un contributo più difensivo rispetto a Laxalt, ma può poco di fronte alla reazione del Palermo. Negli ultimi minuti si porta tra i pali al posto di Perin)

Luca RIGONI 5,5 - Arma tattica di Juric, lo si trova più a centrocampo che in attacco. Alterna cose buone ad altre meno buone, specialmente nel secondo tempo.

Giovanni SIMEONE 7,5 - Nonostante il ko, è l'anima offensiva del Genoa. Due gol da attaccante vero e un assist vincente: non gli si può chiedere di più. Preziosi e Juric hanno già in casa l'erede di Pavoletti.

Giovanni Simeone Genoa Palermo 2016

Credit Foto LaPresse

Nikola NINKOVIC 7 - Bella prestazione. Corre ed è bravo nell'assist per i compagni, in particolare Laxalt e Simeone. Nella ripresa si mangia il 3-1, poi lo segna pochi secondi dopo: rete meritata.

All. Ivan JURIC 5,5 - L'uscita dal campo di Veloso gli toglie un punto di riferimento importantissimo a centrocampo. Viene tradito da 3 minuti di follia, nonostante un grande Simeone.

+++

Palermo

Josip POSAVEC 6,5 - A guardare il tabellino si potrebbe pensare a una sua giornata storta, come già accaduto in questo campionato. E invece no, perché se il Palermo rimane a galla è anche merito delle sue parate su Lazovic e Ninkovic.

Thiago CIONEK 5 - In bambola totale per quasi tutta la gara. Troppo lento, macchinoso e incerto per non essere preso costantemente d'infilata dagli avanti del Genoa (dall'80' Aleksandar TRAJKOVSKI 7 - Eroe a sorpresa del Palermo: il suo diagonale trafigge Perin portando in Sicilia 3 punti che hanno del miracoloso)

Edoardo GOLDANIGA 6 - Tanti i problemi con Simeone, ma se non altro ha il merito di rimanere in piedi: suo il gol che riapre i discorsi e che gli vale mezzo voto in più. Il primo mattone verso l'incredibile rimonta.

Sinisa ANDELKOVIC 5,5 - Se in difesa combina più di un pasticcio, a cominciare dal buco in cui Simeone si infila per realizzare l'1-0, nell'area avversaria è un pericolo: per due volte sfiora il gol, prima di fornire a Rispoli l'assist del secondo pareggio rosanero.

Andrea RISPOLI 6 - Soffre quando il Genoa attacca nella sua zona e fatica a proporre iniziative interessanti. Però nel finale diventa protagonista anche lui, con il fondamentale gol del 3-3.

Mato JAJALO 5 - Scarsissima qualità nell'organizzazione delle giocate e poche, pochissime idee. Rimane in campo fino a metà ripresa, prima di essere sostituito (dal 74' Oscar HILJEMARK s.v.)

Alessandro GAZZI 6 - Uno dei più positivi nel Palermo. Guida per i compagni con la sua esperienza, gioca con tranquillità sbagliando poco e tenendo bene le redini del gioco rosanero.

Haitam ALEESAMI 5,5 - Il suo duello personale con Lazovic è una delle cose più interessanti della partita: il norvegese recupera buoni palloni, poi però non sempre li gioca al meglio.

Robin QUAISON 6,5 - La sua intraprendenza è una delle poche cose positive del Palermo nella prima mezz'ora. Una conclusione a lato prima, il bel gol del pari poi: è lui a dare la prima sveglia ai rosanero.

Bruno HENRIQUE 6 - Falso trequartista, agisce sorprendentemente accanto a Quaison e non qualche metro indietro. E dopo un avvio sofferente riesce a rendersi utile nell'assist, pur senza incantare (dal 66' Alessandro DIAMANTI 6 - Subito caldo col suo sinistro, sfruttato a dovere dalla testa di Goldaniga. Porta qualità nel convulso finale)

Ilija NESTOROVSKI 7 - Fa a sportellate con una difesa intera, tenendo buoni palloni nonostante nella prima parte di gara sia lasciato troppo solo dai compagni. Uomo assist per Quaison prima e per il connazionale Trajkovski poi. Decisivo.

All. Eugenio CORINI 7 - Tiene sulla corda la squadra anche quando il Genoa sta dilagando, e alla fine ha ragione lui. Nel finale azzecca la scelta Trajkovski: fortuna e bravura.

C'è anche Sebastian Giovinco nella top ten dei gol più belli della MLS 2016

Serie A
Genoa-Parma 1-2, le pagelle: Gervinho e Kucka illuminano
30/11/2020 A 22:11
Serie A
Gervinho trascina il Parma, Genoa battuto 2-1
30/11/2020 A 19:39