Gattuso arriva con amarezza in sala stampa dopo la sconfitta contro la Juventus. Sull’1-1, i rossoneri hanno avuto anche le occasioni per trovare il gol vittoria, ma la Juventus si è portata a casa la vittoria con l’uno-due Cuadrado-Khedira.
Nessuna scusante, avevamo fatto quello che dovevamo fare. Nel secondo tempo si poteva fare meglio in qualche ripartenza... Se ancora non si riesce a vincere questo tipo di partite forse è perché ancora ci manca qualcosa a livello fisico. Ci dispiace perché il risultato è molto bugiardo. Quando arrivi al 70’ contro giocatori come Douglas Costa e Cuadrado bisogna avere grandissima gamba e fisicità. La differenza fra la Juve e Milan in questo momento è la fisicità, non la tecnica. La loro veemenza, la loro forza. Dispiace non aver concretizzato meglio le occasioni che abbiamo avute. Dovevamo fare meglio a campo aperto con le nostre qualità

Il Milan era arrivato allo Stadium solo per vincere...

Serie A
Le pagelle di Juventus-Milan 3-1: l'ex Bonucci è perfetto, Khedira si riscatta
31/03/2018 A 21:07
Se devo recuperare per la Champions League non penso al pareggio, c'era la sensazione che la partita si potesse portare a casa. Biglia l'ho cambiato perché avevo paura del rosso. Non abbiamo perso la partita per i cambi, abbiamo avuto tante occasioni e non le abbiamo sfruttate. La Juve dopo qualche occasione ti fa gol
Mi brucia, non vengo qui a fare il sorriso da ebete. Mi brucia, dopo sette anni ed una partita così ti brucia. Alzare l'asticella? L'asticella si alza quando Çalhanoglu non si ferma dopo aver sbagliato un pallone, se avesse alzato il culo forse sarebbero state diverse le cose. Sono arrabbiato per queste cose. La prestazione rimane, ma se vogliamo diventare una grande squadra queste cose non dobbiamo più commetterle. La Juventus non commette queste sciocchezze

Sulla partita contro l’Inter...

Dobbiamo recuperare energia, recuperare i giocatori che hanno forza, ce la giocheremo, l'importante è continuare quello che stiamo facendo. Loro e io stiamo commettendo errori, siamo giovani, ma non dobbiamo scoraggiarci e proseguire con serenità. Nel derby dobbiamo vincere. Non solo per la Champions, anche per l’Europa League perché le squadre dietro stanno facendo molto bene

Il rinnovo?

Forse saranno le ultime dieci partite o resterò altri tre anni, adesso non è la mia priorità, sono tranquillo

Bonucci - Juventus-Milan - Serie A 2017/2018 - LaPresse

Credit Foto LaPresse

Le parole di Leonardo Bonucci

Peccato per il risultato, ma avevamo davanti una grande squadra. Serviva la partita perfetta. Queste sono gare che fanno crescere. Ho esultato perché ho avuto questa accoglienza, prima della partita ero dubbioso, poi sono entrato in campo e ho deciso di esultare.

Sui fischi del pubblico juventino

È stato emozionante sicuramente oggi, l’accoglienza era 50 e 50, hanno preferito quella dei fischi, io li rispetto, ma penso di aver dato tanto alla Juventus, in sette anni sono quello che ha giocato più di tutti. Non ho alcun tipo di rancore, i tifosi hanno il diritto di fare quello che credono. È stata una partita intensa a livello emozionale. Il derby è importante per credere ancora nella Champions, siamo mancati negli episodi in cui devi stringere i denti e lottare ancora di più. Sicuramente servono a crescere, abbiamo tanti giovani in squadra e continuando su questa strada avremo ancora una grande crescita.

Sulla partita e sugli ex compagni

Se la traversa di Calhanoglu andava dentro oggi eravamo qui a commentare un’altra partita. Se poi entrano Cuadrado e Douglas Costa ti spaccano la partita. I miei ex compagni? Abbiamo riso anche sulla questione dell’imbattibilità. Noi abbiamo creato una grande base, abbiamo creato un mix di giocatori giovani e meno giovani, ma per fare il salto di qualità ti servono dei top player che ti aumentano il tasso di qualità.
Serie A
Balzo Juventus: batte il Milan per 3-1 e vola a +4 sul Napoli
31/03/2018 A 18:19
Serie A
Juventus-Milan: preso a sprangate pulmino staff rossonero, nessun ferito
31/03/2018 A 17:59