Missione compiuta. Il settimo Scudetto consecutivo della Juventus scrive una nuova pagina del calcio italiano. I bianconeri infatti sono riusciti a ritoccare un record unico già scritto, di fatto, lo scorso anno, quando con i 6 titoli la Juve riuscì ad arrivare dove mai nessuno era riuscito in Italia. Il settimo sigillo è la conferma di una dinastia mai vista prima nella storia della Serie A, di un gap unico che la Juventus ha prima saputo ricucire con Conte, poi ampliare con la gestione Allegri. Tre titoli per il primo - iniziati con una cavalcata da imbattuto - e 4 per il secondo, riuscendo dove nessuno prima era mai riuscito. Numeri straordinari frutto di una gestione societaria lontana anni luce da tutte le altre; e che solo adesso alcuni degli altri grandi club italiani – con colpevole – ritardo, stanno a provando a colmare. E così, in attesa che le milanesi ritornino (...), la Juventus ha approfittato per ritoccare un piccola, grande pagina del calcio europeo. O meglio, dei 'principali' campionati europei.

L'elite d'Europa: mai oltre i 7

Serie A
Il settennato della Juventus, un’altra prova della scarsa competitività europea
14/05/2018 A 19:19

Italia, Francia, Germania, Spagna, Inghilterra. Queste le 5 leghe più prestigiose, e i 7 titoli consecutivi della Juventus vanno ad eguagliare il Lione dei record che tra il 2001 e il 2008 dominò la Ligue 1. Nelle altre grandi 4 leghe d’Europa non si sono mai registrati numeri del genere nella storia. In Spagna la striscia migliore resta quella dei 5 successi consecutivi del Real Madrid, riuscita alle Merengue per due volte: 1960-1965 e 1985-1990.

Il Real Madrid della stagione 1988/89. Tra gli altri: Hugo Sanchez, Emilio Butragueno e Jose Antonio Camacho

Credit Foto Imago

Record che in Inghilterra è ancora minore. Mai nessuna squadra nella storia del massimo campionato inglese ha infilato più di 3 campionati consecutivi. Il primo fu l’Huddersfield tra il 1923 e il 1926, poi l’Arsenal tra il ’32 e il ’35; poi ancora Liverpool '81-'84 e il Manchester United due volte tra il 1998 e il 2001 e tra il 2006 e il 2009. Un record che dunque resta aperto alla Juventus, ma che è ambito in Germania dal Bayern Monaco. In questa stagione i bavaresi hanno infilato il sesto successo consecutivo in Bundesliga, anche qui record di tutti i tempi per il massimo campionato tedesco. Una striscia iniziata nel 2012 proprio da Heynckes e ancora aperta, esattamente come quella della Juve.

LE SQUADRECAMPIONATORECORD TITOLI
LioneFrancia7 (2001-08)
JuventusItalia7 (2011-in corso)
Bayern MonacoGermania6 (2012-in corso)
Real MadridSpagna5 (1960-65; 85-90)
Huddersflied, Arsenal, Liverpool, Man UtdInghilterra3 (varie epoche)

Olympiacos e Basilea, 2018 anno di lacrime

Tra le altre grandi strisce europee ancora aperte spiccavano quelle di Basilea in Svizzera e Olympiacos in Grecia. Gli svizzeri però si sono arresi proprio in questa stagione allo Young Boys, terminando un percorso iniziato nel 2009 e concluso con 8 titoli consecutivi, naturalmente record della nazione. Stesso discorso per i ragazzi dell’Olympiacos, arresisi in Grecia all’AEK Atene. I biancorossi di Atene hanno visto così terminare la loro striscia di 7 titoli consecutivi iniziata nel 2010 (record del campionato greco eguagliato e appartenente sempre all’Olympiacos tra il 1996 e il 2003).

La striscia che prosegue è invece quella del Celtic, che in Scozia ha raggiunto quest’anno con Berndan Rodgers il settimo titolo consecutivo esattamente come la Juventus. Nel nord della Gran Bretagna però questo non è un record: con 9 titoli consecutivi tra il 1965 e il 1974 il Celtic stesso era riuscito a far meglio; così come 9 erano stati i successi del Glasgow Rangers tra il 1988 e il 1997.

Una striscia aperta però resiste in Austria, con il Red Bull Salisburgo semifinalista in Europa League che sta riscrivendo la storia del calcio austriaco: il dominio iniziato nel 2013 è proseguito quest’anno con il quinto titolo consecutivo, record per il massimo campionato del nostri vicini d’oltralpe.

Ralf Rangnick Red Bull Salzburg

Credit Foto Imago

Rosenborg e Skonto Riga, le strisce più lunghe d’Europa

I sette titoli consecutivi della Juventus non sono comunque nulla se paragonati a ciò che si può trovare nella periferia del calcio. In Moldavia infatti lo Sheriff Tiraspol ha vinto 10 titoli consecutivi tra il 2000 e il 2010. Ma meglio ancora si fa in Bielorussia, ad esempio; il BATE Borisov - che abbiamo imparato a conoscere nelle coppe europee - vanta 12 trionfi consecutivi: una striscia iniziata nel 2006 e ancora aperta! Occhio dunque perché i bielorussi puntano al record di sempre europeo, appartenente a Rosenborg e Skonto Riga.

LE SQUADRECAMPIONATORECORD TITOLI
RosenborgNorvegia13 (1991-2004)
Skonto RigaLettonia13 (1991-2004)
BATE BorisovBielorussia12 (2006-in corso)
Dinamo ZagabriaCroazia11 (2005-16)
Sheriff TiraspolMoldavia10 (2000-10)

Due strisce, queste ultime, che si sono accomunate tra gli inizi degli anni ’90 e la metà dei 2000. Lo Skonto Riga, in Lettonia, ha aperto il suo dominio nel 1991 e l’ha chiuso soltanto 2004. Lo stesso identico arco temporale in cui il mitico Rosenborg – che i meno giovani ricorderanno nei primi anni della Champions League in battaglie contro la Juventus – ha dominato il calcio norvegese: 13 titoli consecutivi. Record dei record.

Una foto dell'ultimo Rosenborg campione di Norvegia durante la stagione 2003/04

Credit Foto Imago

I campionati più competitivi

Quali sono invece i campionati dov’è più difficile ripetersi? La già citata Inghilterra, dove nessuno ha mai vinto più di 3 campionati consecutivi, ma anche il sorprendente campionato danese. Come in Inghilterra infatti nessuno è mai riuscito in più del tris: Aarhus tra 1954 e 1957; Esbjerg tra ’61 e ’63; Brondby tra ’95 e ’97 e Copenhagen tra 2008 e 2011.

Ma anche il Repubblica Slovacca ci si ripete poco. Campionato chiaramente giovane e nato dopo la suddivisione della Cecoslovacchia del 1° gennaio 1993. Anche qui mai più di 3 titoli consecutivi. Quelli dello Slovan Bratislava tra il 1993 e il 1996 e quelli dello Zilina tra il 2001 e il 2004.

Il Galatasaray nel 1998. Squadra capace di 4 scudetti consecutivi. Tra la rosa: Taffarel, Hagi, Hakan Sukur, Hasan Sas, Popescu. Alenatore Terim

Credit Foto Imago

Competitivo anche il campionato turco, dove la presenza di 3 grandi poli tiene sempre viva la lotta. Nessuno è mai andato infatti oltre i 4 titoli consecutivi del Galatasaray tra il 1996 e il 2000. Ma anche il campionato olandese, sempre a quota 4 successi di seguito della stessa squadra, con le strisce di HVV (1899-1903); PSV (1985-1989 e 2004-2008); e Ajax (2010-2014). Così come in Svezia, dove mai nessuno è riuscito a far meglio del poker del Goteborg tra 1992 e il 1996.

Nell'infografica qui sotto la mappa completa di tutte le strisce d'Europa nazione per nazione.

https://imgresizer.eurosport.com/unsafe/0x0/filters:format(jpeg)/origin-imgresizer.eurosport.com/2018/05/14/2335051.jpg
Serie A
Fabbrica Juventus: da Conte ad Allegri, potere ma anche volere
14/05/2018 A 05:59
Serie A
Juventus, il pagellone del 7° Scudetto di fila: Douglas Costa domina, Higuain decisivo
13/05/2018 A 20:59