Parma

Luigi SEPE 6 – Non può nulla sui due gol, attento nelle altre circostanze in cui viene in causa. Nessun miracolo, ma anche nessun errore.
Simone IACOPONI 5,5 – Spinge poco e va in netta sofferenza nell’ultima mezz’ora, quando Samir ne approfitta per sfuggirgli e servire a Fofana la palla del 2-2.
Serie A
Inglese e Barillà illudono il Parma, De Paul e Fofana ne guastano il ritorno: 2-2 al Tardini
19/08/2018 A 18:01
Bruno ALVES 6 – Non deraglia mai, giocando di pura esperienza. Rischia il giallo per un’entrataccia su Lasagna.
Riccardo GAGLIOLO 6 – Ottimo nel primo tempo, quando cancella Lasagna dal campo. Cala alla distanza come il resto del Parma.
Massimo GOBBI 6 – A quasi 38 anni si ripresenta al Tardini con un bel carico d’esperienza. Machis è un brutto cliente, lui però cerca di farlo girare al largo e quando può ne approfitta per spingere.
Alberto GRASSI 5 – Qualche buona intuizione, qualche passaggio a vuoto e un gomito galeotto che porta al rigore del 2-1. Deve ancora inserirsi al meglio nei nuovi ingranaggi.
Dal 22’ st Luca RIGONI 5,5 – Contributo irrisorio nel momento di maggiore sofferenza.
Leo STULAC 5,5 – Regista al piccolo trotto. Prende pochi rischi, ma non è sempre presente in fase difensiva. Come nell’azione del 2-2.
Antonino BARILLÀ 6 – Mezzo voto in più per il gol del momentaneo 2-0, mezzo voto in meno per il buco che crea nella ripartenza del pareggio.
Luca SILIGARDI 6,5 – Intelligente e pimpante, sempre una spina nel fianco di Samir. L’azione del raddoppio è quasi tutta merito suo.
Dal 35’ st Jonathan BIABIANY SV – Soltanto una chiusura difensiva per inaugurare la sua terza avventura al Parma.
Roberto INGLESE 6,5 – Finché le gambe hanno retto, è stato per distacco il migliore dell’incontro. Protagonista su ogni palla alta, ogni sponda e ogni palla vagante in area. Splendido il gol dell’1-0. Ma siamo sicuri che non potesse restare in campo sino alla fine?
Dal 25’ st Fabio CERAVOLO 5,5 – Contributo modesto nel finale di gara. La squadra, però, non lo supportava più.
Antonio DI GAUDIO 6 – Un primo tempo con il contagiri a mille, con due occasioni create e un assist al bacio per Inglese. Nella ripresa cala nettamente.
All.: Roberto D’AVERSA 5,5 – Ottime le scelte di formazione, compreso l’inserimento inatteso di Siligardi a destra. Nel secondo tempo, però, la sua squadra non è quasi tornata in campo, nonostante il gol di Barillà. Solo una questione atletica?

Roberto Inglese - Parma-Udinese - Serie A 2018/2019 - LaPresse

Credit Foto LaPresse

Udinese

Simone SCUFFET 5 – Le parate non mancano, ma l’uscita sbagliata sul raddoppio di Barillà non è affatto il miglior modo per iniziare la stagione.
Jens STRYGER LARSEN 5,5 – Soffre Di Gaudio per quasi un’ora, spinge soltanto nel finale. Non è ancora il giocatore visto al Mondiale.
William TROOST-EKONG 5 – Con Nuytinck entra nell’azione dell’1-0 di Inglese e non pare attentissimo sul raddoppio di Barillà. Del resto, è arrivato soltanto da pochi giorni.
Bram NUYTINCK 5 – Dovrebbe dare equilibrio alla retroguardia visto l’innesto di Ekong, ma in realtà è il primo a sbagliare sul gol di Inglese. Male, malissimo.
SAMIR 6 – Riscatta una serata molto difficile sul piano difensivo con uno strappo micidiale che vale l’assist per il 2-2 di Fofana.
Seko FOFANA 6,5 – Sta tornando ai livelli precedenti all’infortunio. Confusionario sì, ma onnipresente sulla trequarti avversaria fino alla rete del definitivo pareggio.
Rolando MANDRAGORA 5,5 – Molto compassato, non sembra ancora in grado di giustificare l’investimento estivo dei Pozzo.
Darwin MACHIS 6,5 – Mossa a sorpresa di Velazquez. Va a strappi, però quando prende palal e ha spazio fa impressione. L’azione del pareggio nasce da un suo allungo di classe a centrocampo. Attenzione.
Dal 35’ st Ignacio PUSSETTO SV – Poco tempo per incidere.
Antonin BARAK 5 - Esce lui e l’Udinese cambia marcia. Non trova mai la posizione sulla trequarti e si divora anche una palla gol notevole nel primo tempo.
Dal 17’ st Lukasz TEODORCZYK 6 – Il suo ingresso cambia la partita. Non tanto perché crei occasioni su occasioni, quanto perché tatticamente permette a Lasagna di non essere più isolato.
Rodrigo DE PAUL 6,5 – Destra, sinistra, trequarti. L’Udinese si accende quando è lui a muoversi e a prendere palla tra le linee, come nell’occasione del 2-2. Ha ancora ampi margini di crescita e, questa, è la notizia migliore per Velazquez.
Dal 42’ st Valon BEHRAMI SV – Entra per serrare le fila.
Kevin LASAGNA 5 – L’ingresso di Teodorczyk lo mette finalmente in partita. Però non si può trascurare il fatto che sia stato cancellato dal campo da Gagliolo per un’ora circa, così come non si può dimenticare la palla sbucciata nell’azione del potenziale 2-3.
All.: Julio VELAZQUEZ 6 – La squadra sbaglia l’approccio alla gara, ma non smette mai di provare a giocare. La mossa Teodorczyk è tanto banale quanto corretta per dare senso alle iniziative dei suoi. Se riuscirà a dare un minimo di ordine tattico, la sua Udinese potrà cogliere una salvezza tranquilla.
Calciomercato
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (04/01)
04/01/2022 A 22:11
Calciomercato 2020-2021
Dall'ipotesi di scambio Dybala-Griezmann a Lamela al Siviglia
20/07/2021 A 18:26