E quindi sarà Fabio Quagliarella il vice-Morata alla Juventus. I social si sono scatenati a colpi di battute ironiche, ma l'operazione dei bianconeri ha un senso ben preciso e un excursus chiaro in sede di calciomercato...

Quagliarella a segno in Atalanta-Sampdoria

Credit Foto Getty Images

Perché Quagliarella?

Serie A
Roma-Sampdoria 1-0, pagelle: Dzeko c'è, Quagliarella no
03/01/2021 A 16:55
O, meglio, da dove nasce la trattativa Quagliarella? Essenzialmente da Napoli. Ma il bomber di Castellammare c'entra solo indirettamente. Tutto viene generato dal muro innalzato dal presidente degli Azzurri Aurelio De Laurentiis, non necessariamente contro la Juventus in sé, quanto sulle soluzioni contrattuali simili, anzi uguali, di Arkadiusz Milik e Fernando Llorente, entrambi in scadenza a giugno ed entrambi cercati dalla Juventus. Il polacco per il futuro, lo spagnolo per le incombenze del momento. Il diktat di Pirlo è che, non potendo arrivare subito a Milik (con cui l'accordo è totale, ma solo per l'estate), per l'attualo stato di emergenza in attacco meglio puntare su un profilo esperto e che già conosca cosa significhi giocare per la Juve. Llorente, per l'appunto. Ma "ADL" vuole incassare - e bene - dall'operazione, senza compromessi.

Fernando Llorente will Juventus Turin offenbar verlassen

Credit Foto Imago

Picche Giroud, Pellé e Pavoletti poco convincenti: meglio gli amici "fidati"

Senza compromessi, appunto. Il Napoli sembra proprio voler andare fino in fondo, sia con Milik che con Llorente, anche a costo di tenere i due giocatori in tribuna fino a giugno, senza guadagnarci un soldo. Non solo Napoli. Dal Vesuvio si sale a Londra, dalle parti di Stamford Bridge, in cui gioca il vecchio pallino Olivier Giroud. Solo che, di tutte le volte in cui l'attaccante transalpino è stato chiacchierato sul mercato, questa di gennaio 2021 è la tornata più difficile per strapparlo dal Chelsea, di cui è diventato un pilastro irremovibile dell'attacco, con o senza Timo Werner. Le alternative low-cost Graziano Pellé e Leonardo Pavoletti? Meglio soprassedere, molto meglio bussare alla porta degli amici fidati. Come, appunto, Fabio Quagliarella, che con la Juventus ha già vito tre scudetti. Ferrero, per cederlo, chede un "indennizzo" di 1 milione da versare nelle casse della Sampdoria.
STAGIONESQUADRAPRESENZEGOL IN SERIE A
2020-2021Sampdoria147
2019-2020Sampdoria2811
2018-2019Sampdoria 3726
2017-2018Sampdoria3519
2016-2017Sampdoria3712
gen. 2016Sampdoria163
2015-2016Torino165
2014-2015Torino3413

Pirlo: "No alibi; Quagliarella? Grande attaccante"

Comprimario di lusso

Ma, al di là dei numeri, Quagliarella ha dimostrato, anche all'alba dei 38 anni, di avere pochi rivali in area di rigore. Fisicamente è ancora perfettamente integro e il fiuto in zona gol è inalterato, sopraffino. Di quelli che, da un momento all'altro, possono cambiare il corso di una partita, anche la più importante. Un ruolo da "comprimario di lusso" in un club che lotta per grandi obiettivi, potrebbe essere il vestito migliore da indossare per il bomber di Castellammare di Stabia.

Quagliarella alla Juve? Simakan vicino al Milan

Serie A
Immenso Quagliarella: 90° gol con la Samp e 3-1 al Crotone
19/12/2020 A 16:31
Calciomercato 2020-2021
Spalletti: "Koulibaly? Mi incateno piuttosto che lasciarlo andar via"
21/07/2021 A 21:08