Romelu Lukaku, attaccante belga e stella dell'Inter di Antonio Conte, si è raccontato in una lunga chiacchierata nel podcast prodotto dal club nerazzurro, dopo un anno e mezzo di vita in Italia. Tra gli aspetti toccati dalla stella della Nazionale belga, il cambio radicale di vita e del suo nuovo approccio all'alimentazione. Aspetti che hanno modificato il fisico del gigante nerazzurro, ormai vero diamante della squadra di Conte. Un cambio di vita e di abitudini alimentari che ha sicuramente giovato all'ex centravanti di Manchester United, Chelsea ed Everton.
All'Inter abbiamo fatto un'analisi del mio corpo ed è cambiato tutto: mangio molta insalata, pesce, che ha un ottimo effetto su di me.

La dieta di Lukaku

Coppa Italia
Ibra e Lukaku antisportivi, Figc chiude indagini sul derby
10/03/2021 A 14:54
"Mi piace la carnitina, mi fa stare bene. Assumo vitamine. All'Inter abbiamo fatto un'analisi del mio corpo ed è cambiato tutto: mangio molta insalata, pesce, che ha un ottimo effetto su di me. La mia dieta consiste in insalata per pranzo, molto petto di pollo, pasta shirataki (un tipo di spaghetti ricavati dalla radice del konjac, pianta nativa della zona subtropicale temperata asiatica.). Non cambio molto il mio modo di mangiare, per come giochiamo dobbiamo avere un fisico molto forte, corriamo molto: da quando seguo questo stile di vita mi sento meglio sul campo da gioco, mi sento più reattivo e più veloce".
https://i.eurosport.com/2021/03/12/3010368.png

Doppi gnocchi e ghiaccio

"Ogni paese ha il suo modo di alimentarsi: sono sempre stato un giocatore esplosivo, ma l'Italia mi ha portato a un altro livello. Non mi sono mai sentito così forte. Ho raggiunto un altro livello, fisico e mentale. Il giorno prima della partita posso "sgarrare" con i carboidrati. Carboidrati? Amo le patate dolci e il riso nero, mentre non mangio molta pasta. Reidratarsi è molto importante, così come dormire, soprattutto con il passare degli anni. Come recupero dopo le partite? Assumo carboidrati: la maggior parte delle volte mangio due pacchi di gnocchi, dipende da cosa ha preparato lo chef. Entrano in circolo velocemente, mi aiutano molto. Bevo e mangio già allo stadio, nella nostra sala da pranzo, o mi porto il cibo a casa, poi recupero con tanto ghiaccio. Non dormo molto dopo le partite. Consigli ai giovani? Direi di seguire una dieta corretta, di scoprire e di fare domande su cosa possa farti del bene. Più impari e meglio puoi sentirti".

Ibra-Lukaku: voodoo, asino e cosa si sono realmente detti

Serie A
Pagellone 24ª: Lukaku on fire, la Juve non è solida
01/03/2021 A 11:02
Serie A
Napoli-Inter, 5 verità: Eriksen-Conte, il trionfo del buon senso
19/04/2021 A 07:49