Sto aspettando che mi chiamino. Ho intenzione di legarmi per sempre alla Lazio
Parole di Ciro Immobile che giura amore eterno ai colori biancocelesti, il club con cui ha vinto la Supercoppa italiana e con cui ha conquistato la Scarpa d'Oro. L'ex attaccante di Juventus e Torino aveva ricevuto in passato delle offerte dall'estero, in primis il Newcastle, ma il suo pensiero è solo e soltanto la Lazio. Nell'intervista al Corriere dello Sport, oltre al futuro, parla ovviamente della Scapa d'Oro: "Pazzesco, io davanti a Ronaldo e Lewandowski, se rileggo l’albo d’oro al contrario quasi non ci credo: Messi Messi Suàrez Ronaldo Ronaldo Messi Messi Ronaldo Messi. Ho spezzato un incantesimo, interrotto il duetto Leo-Cristiano. Per questo ho ringraziato la squadra, era il minimo che potessi fare".
Ciro si gode il record ma sa anche che la squadra e i compagni sono fondamentali, visto che ha lasciato tirare dei rigori ad altri: "Ho fatto quello che andava fatto. Se non mi fossi comportato così non avrei raggiunto la cifra record. Lo spogliatoio, i suoi equilibri prevalgono sul resto. Sono fili sottilissimi e non devono essere mai spezzati. Il calcio è un gioco collettivo, nel corso di una stagione sono tanti i momenti in cui si ha bisogno dei compagni, del passaggio in più, del pallone servito nel punto giusto e al momento giusto. Il buon gruppo ha un’ottima memoria".
Calciomercato
Luis Alberto, l'agente alla Lazio: "Non è più a suo agio, situazione scomoda”
18/11/2022 ALLE 10:34
Resta il rammarico per non aver lottato fino alla fine per lo Scudetto dopo il lockdown: "La sospensione ci ha danneggiato, è stata gestita male, pur se abbiamo tentato di fare le cose al meglio. La nostra ripartenza è stata pessima, la partita che ha provocato i guasti maggiori, quella di Bergamo. L’abbiamo persa nonostante il doppio vantaggio, ci siamo ritrovati con un pugno di mosche in mano. È stata vissuta come la chiusura del ciclo più brillante che era cominciato proprio con la rimonta sull’Atalanta, il 3 a 3 della svolta".
A proposito di Atalanta, Immobile risponde per le rime a Gasperini che lo aveva accusato di essere un simulatore: "L’ennesima cazzata su di me. Due rigori netti. Gasperini deve avercela con la Lazio, noi giocatori ce lo siamo detti tante volte: vincendo puoi andare a tre punti dalla Juve eppure dichiari che l’unica cosa che ti interessa è finire davanti a noi. La Lazio non gli piace proprio. Penso che non gli sia ancora andata giù la sconfitta nella finale di Coppa Italia".

La Top 11 della Serie A 2019-2020: da Immobile a Ronaldo alla sorpresa Kulusevski

Serie A
Sarri: "3-0? Risultato bugiardo. Il Mondiale non lo guarderò"
13/11/2022 ALLE 22:43
Serie A
Juve-Lazio 3-0, le pagelle: Kean letale, Rabiot spettacoloso
13/11/2022 ALLE 22:35