Calcio
Serie A

Mourinho e i 10 anni del Triplete: "La festa a Milano? Se tornavo non sarei più andato via"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Massimo Moratti abbracciato insieme a José Mourinho, Inter, Getty Images

Credit Foto Getty Images

DaDavide Fumagalli
22/05/2020 A 14:32 | Aggiornato 22/05/2020 A 14:33
@DavideFuma

Lo "Special One" ha parlato Sky Sport nel giorno in cui si festeggia il trionfo nella finale di Champions League di Madrid: "Ci sono dei momenti indimenticabili nella nostra vita e questo ovviamente è uno di loro. La semifinale di ritorno persa 1-0 a Barcellona? La sconfitta più bella della mia vita".

A 10 anni esatti dal trionfo di Madrid col Bayern Monaco che diede la Champions League e quindi il Triplete all'Inter, non poteva mancare la testimonianza del condottiero di quella squadra ovvero Josè Mourinho. Il tecnico portoghese, attualmente al Tottenham, ha aperto il vaso dei ricordi a Sky Sport: "Ci sono dei momenti indimenticabili nella nostra vita e questo ovviamente è uno di loro. Il rapporto che ho con i giocatori, Moratti e tutti quelli che abbiamo lavorato lì è un rapporto di ogni giorno. Questa è la cosa più importante: il 'Triplete', la Champions, il sogno di tutti gli interisti e il mio, ma quello che rimane per sempre è questo rapporto. E questa è una cosa veramente speciale".

La notte di Madrid fu unica e Mourinho lo ricorda bene.

Serie A

Lukaku contro il razzismo: "Noi messi con le spalle al muro per il colore della pelle"

03/06/2020 A 20:27
Quando siamo arrivati a Madrid la sensazione di tutti era che la coppa era nostra. Anche io lo sentivo, ho cercato di far passare ai miei giocatori il messaggio corretto: avevamo una partita da giocare, ma Dio aveva deciso che era nostra. Anche dieci anni dopo siamo una famiglia. Siamo amici per sempre: questa cosa mi tocca profondamente perchè ho avuto la fortuna di avere risultati belli anche in altre squadre, ma questo sentimento di famiglia e amici per la vita è una roba che mi fa sentire troppo orgoglioso

Anche se resta il neo della sua assenza a Milano per la festa: lo "Special One" era rimasto in Spagna e avrebbe firmato a breve col Real Madrid.

Perchè non sono andato a Milano per la festa? Se tornavo a Milano magari non uscivo più

Prima della finale, il capolavoro fu in semifinale contro il Barcellona di Guardiola: vittoria per 3-1 a San Siro e sconfitta 1-0 al Camp Nou con anche l'espulsione di Thiago Motta. "Mi giro verso la panchina del Barcellona e vedo che tutti festeggiavano, sono andato da Pep e gli ho detto 'Hey tranquillo che non è ancora finita'. Sapevo che i nostri giocatori avrebbero lasciato la vita in campo. È stata la sconfitta più bella della mia vita", il racconto di Mou.

Infine un commento sull'attualità dell'Inter e su questo decennio, quello successivo al Triplete.

L'Inter negli ultimi dieci anni ha vinto solo una Coppa Italia: è pochissimo, quasi inaccettabile. È dura per un tifoso ed è difficile da capire, ma nel modo come stanno lavorando e con gli investimenti importanti non sarebbe una sorpresa se l'Inter tornasse a vincere in Italia e in Europa

20 aprile 2010: Inter-Barcellona 3-1, la vittoria manifesto del Triplete dell'Inter targata Mourinho

00:00:57

Serie A

L'Inter rinforza la fascia destra: preso Vagiannidis, terzino greco classe 2001

03/06/2020 A 19:11
Serie A

Ausilio stoppa Lautaro: "Non lo vendiamo. Lontano dall'Inter solo se il Barça paga la clausola"

28/05/2020 A 06:00
Contenuti correlati
CalcioSerie AFC Inter
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Ultime notizie

Calciomercato

Edicola: Inter-Cavani dietrofront, il Matador vuole l'Atletico Madrid

DA UN' ORA

Nuovi video

Serie A

Commisso: "Per lo stadio non sono i soldi il problema, ma voglio farlo subito"

00:03:32

Più letti

Ciclismo

22 anni fa la vittoria di Pantani al Giro d'Italia: rivivi il duello con Tonkov a Montecampione

IERI A 20:49
Mostra più