Manca meno di un mese dall'inizio del massimo campionato italiano, ma le notizie che filtrano in tema di completa riapertura degli stadi, non sono affatto positive. A comunicarlo, proprio il presidente della Serie A Paolo Dal Pino, all'uscita del consiglio federale: "Siamo ancora lontani dall'obiettivo di avere gli stadi aperti senza limitazioni per i possessori di green pass. Il dialogo con Comitato Tecnico Scientifico e Governo è costante, perché riteniamo i vincoli attuali troppo penalizzanti per il nostro sport, che ha luogo in ambienti all'aperto e con tifosi verificati al loro ingresso. Notiamo continue incongruenze rispetto ad altre situazioni e, visto che il green pass rappresenta il lasciapassare, continueremo a chiedere che garantisca l'accesso incondizionato nei nostri stadi".

Gravina: "Green pass obbligatorio per calciatori e addetti ai lavori"

Serie A
Vezzali: "Chiesta riapertura stadi al 75% e palazzetti al 50%"
22/07/2021 A 17:14
Sulla stessa lunghezza d'onda, anche il presidente della Fugc Gabriele Gravina: "Non è sufficiente l'apertura al 50%, occorre decisamente di più per tenere in piedi il nostro mondo, che grande importanza occupa sia nella società che nell'economia del nostro Paese. Abbiamo chiesto, d'accordo con la Lega di Serie A, l'occupazione dei posti a scacchiera negli stadi come ulteriore alternativa. Non solo: noi continueremo a veicolare ogni messaggio utile per la vaccinazione: ci piacerebbe rendere obbligatorio il green pass anche per tutti i calciatori e addetti ai lavori".

Gravina: "Aiutare il calcio vuol dire aiutare l'Italia"

Serie A
Sottosegretario Costa: "Stadi aperti ma non al 100%"
16/07/2021 A 13:12
Serie A
Lazio-Udinese: probabili formazioni e statistiche
6 ORE FA