"Nel primo tempo abbiamo fatto schifo. Nel secondo tempo abbiamo cambiato modulo, abbiamo messo in campo altri giocatori e ai ragazzi ho detto che se fossimo riusciti a far gol e a non prenderlo la partita non l'avremmo persa e potevamo anche vincerla. E così è stato. Sono stati bravi a recuperare da 0-2 a 3-2 e avere altre tre o quattro occasioni per rendere il risultato ancora più rotondo, ma non possiamo avere questi alti e bassi". Così ai microfoni di Sky Sport Sinisa Mihajlovic commenta la rocambolesca vittoria in rimonta del suo Bologna a Crotone. "È una questione di testa e mentalità - prosegue l'allenatore rossoblù -. In settimana ho battuto sull'atteggiamento e su quello che ci avrebbe aspettato qua. È vero che abbiamo preso due gol su un cross e un rigore ma non abbiamo creato nulla nel primo tempo. Poca cattiveria e poca responsabilità. Nel secondo tempo il cambio di modulo e soprattutto i ragazzi che sono entrati hanno fatto la differenza e questo mi fa piacere perchè a calcio si gioca in 23".

Sul disastro del primo tempo

"In altre situazioni, qualche anno fa all'intervallo avrei spaccato lo spogliatoio. Stavolta ho cercato di essere più riflessivo e ho cercato di giocare sul loro orgoglio e sulla loro dignità perché non è possibile che una squadra come la nostra non abbia creato neanche un'occasione, con tutto il rispetto per il Crotone. Quelli che sono entrati hanno fatto bene, ma io ho cercato di cambiare meno possibile rispetto alla gara con la Sampdoria dove abbiamo vinto meritatamente. Quando abbiamo giocato con la Lazio abbiamo vinto 2-0 meritatamente e tre giorni dopo ho riproposto gli stessi giocatori e abbiamo perso a Cagliari senza creare un'occasione da gol. Questa è una cosa su cui riflettere".
Serie A
Le pagelle di Crotone-Bologna 2-3: bene Sansone e Messias
20/03/2021 A 16:35

Sulla scelta di lasciare fuori Sansone

"Quando è ritornato dall'infortunio ha fatto bene per 2-3 partite, poi ha avuto una flessione che è normale. Per me è importante che quando entri faccia la differenza come oggi. Per me tutti quelli davanti sono titolari, devo scegliere il meglio. Certe volte sbaglio".

Sui 12 giocatori in Nazionale

"Per me è una soddisfazione. Mi piacerebbe che tutti quelli del Bologna andassero in Nazionale perché significa che stiamo facendo un ottimo lavoro, penso sia un vanto per la società".

Mihajlovic: "Sai della moglie di Churchill e dello spazzino?"

Serie A
Da 2-0 a 2-3: il Bologna ribalta il Crotone
20/03/2021 A 13:45
Serie A
Eriksen a Milano in settimana: attesa per i test medici
12 ORE FA